19 giugno 2021
Aggiornato 04:30
realtà virtuale

Magic Leap, la realtà aumentata che ti fa svegliare tra le meduse

Magic Leap rivoluzionerà il mondo della realtà aumentata. Nel video dimostrativo ci si sveglia in un oceano pieno di meduse

NEW YORK - Preparatevi perché in un giorno non troppo lontano potrete svegliarvi immersi in un oceano pieno di meduse. Quasi un incubo o un sogno, ma è ciò che promette di fare una startup, la Magic Leap, una dei maggiori leader della realtà aumentata. I

Magic Leap cambierà il mondo della realtà aumentata
Il 2016 sarà davvero l’anno della realtà virtuale? Per gli analisti di Business Insider il mercato dei visori VR (Virtual Reality) raggiungerà, a livello globale, i 2,8 miliardi di dollari entro il 2020 e la domanda si concentrerà prevalentemente nel settore gaming – dispositivi mobili e console. E su queste previsioni che si fonda, del resto, il successo di Magic Leap, anche se nessuno ancora la conosce perché, di fatto, sul mercato non ha ancora lanciato nessun prodotto. Eppure ha già raccolto oltre 1,4 miliardi di dollari da molti investitori, tra cui Google, e questo perché dispone di una tecnologia avanzatissima, che fa gola un po’ a tutti. Avete presente la tecnologia sviluppata da Microsoft HoloLens dove, grazie alla realtà virtuale, è quasi possibile teletrasportarsi da un posto all’altro? Ecco, ciò che sta sperimentando Magic Leap è decisamente più avanzato. Al momento, però, il CEO Rony Abovitz, ha deciso di rimanere nell’ombra, non rivelando ulteriori dettagli circa la sua startup. Si è limitata esclusivamente a lanciare un video dimostrativo su YouTube, dove una sveglia hi-tech mostra le previsioni del tempo e ricrea nella stanza decine di meduse che galleggiano nel nulla.

Il mercato della realtà aumentata
Certamente l’introduzione di queste nuove piattaforme immersive contribuirà ad alimentare l’interesse verso applicazioni oltre la sfera del puro intrattenimento videoludico – dai viaggi allo shopping virtuale, al cinema e agli eventi sportivi. L’offerta nel segmento gaming non si limiterà all’immissione sul mercato di nuovi hardware e caschi VR. Gfk, il colosso mondiale specializzato in ricerche di mercato nel settore Tecnologia di Consumo, pronostica nel rapporto Tech Trends 2016 una proliferazione di accessori per intensificare l’esperienza immmersiva tramite feedback aptico (vedi i sensori touch per la percezione tattile). I guanti per la realtà virtuale sono uno dei primi accessori su cui è puntata l’attenzione dei #VRGamer, ma presto seguiranno altre periferiche. Tra le maggiori aziende produttrici troviamo Gloveone, Control VR e Manus Machina. Ma non mancano progetti decisamente più ambiziosi come Tesla Suit, la tuta per una realtà virtuale full-body. Insomma, un mercato in continua evoluzione che promette di darci delle soddisfazioni mica da poco. Chissà che un giorno non riusciremmo a teletrasportarci veramente, però.