12 agosto 2020
Aggiornato 03:00
a breve guide europee

YAMGU sbarca in Europa: il viaggio si fa «social»

YAMGU sta suscitando interesse a livello europeo, rientrando nella top 5 delle start up di innovazione tecnologica del settore travel designate a febbraio dal prestigioso palco del Travel Disruptive Awards al Travel Technology Europe (TTE) di Londra

TORINO - Continua il successo di YAMGU, la piattaforma di social travellig 3.0 che tramite smartphone o desktop permette di organizzare il proprio itinerario turistico in tutta semplicità. Oltre 3.200 destinazioni italiane disponibili e presto guide per le principali capitali europee. Tramite smartphone (app gratuita compatibile con iOS e Android) o desktop è infatti possibile organizzare il proprio itinerario turistico scegliendo destinazione e date di viaggio: YAMGU, integrando open data e User Generated Content, è in grado di preparare il percorso perfetto e personalizzato, tenendo conto di informazioni aggiornate, degli interessi, delle previsioni meteorologiche, nonché dei trend e degli eventi in tempo reale grazie ai commenti e alle foto degli utenti sui social network.

Dall’I3P di Torino al successo in Europa
Ideata dall’omonima start up incubata presso l’I3P di Torino, YAMGU sta suscitando interesse  a livello europeo, rientrando nella top 5 delle start up di innovazione tecnologica del settore travel designate a febbraio dal prestigioso palco del Travel Disruptive Awards al Travel Technology Europe (TTE) di Londra: il premio, nato per mostrare i più recenti e innovativi prodotti europei rilevanti per il settore dei viaggi, è stato lanciato alla TTE in associazione con il Travel Startups Incubator, uno dei più importanti incubatori per start up del settore viaggi. YAMGU è poi tra le 500 più promettenti start up tecnologiche in fase di lancio che, individuate in cooperazione con la comunità globale di tecnologia e key players, parteciperanno al Pioneers Festival a Vienna (24-25 maggio). Inoltre, YAMGU è stata selezionata per partecipare al The Next Web Conference, l’evento globale per start up, che si terrà ad Amsterdam il 26 e il 27 maggio, che riunisce leader, miglior tecnologie, venture capitalist e imprenditori da tutto il mondo: ogni anno vengono selezionate e invitate a partecipare a livello globale soltanto 200 start up.

Per gli hotel la versione con concierge digitale
L’espansione di YAMGU, oltre che al miglioramento dell’esperienza dei viaggiatori, guarda anche agli operatori del settore. «YAMGU offre una versione B2B che è fornita in white label agli hotel che in questo modo possono offrire ai loro ospiti un’applicazione che integra la guida di viaggio innovativa e social alle funzioni di concierge digitale - spiega Ester Liquori, co-founder di YAMGU -. La piattaforma consente così ai professionisti dell’ospitalità di trarre pieno vantaggio dall’innovazione tecnologica: non solo si contribuisce al miglioramento dell’esperienza dei viaggiatori ma si crea per gli hotel l’opportunità di aumentare i propri ricavi con la vendita nell’immediato di servizi ancillari oltre a creare e mantenere un efficace canale di contatto con il cliente per proposte di soggiorno future».

Un progetto in espansione
«Per gli operatori del settore è sempre più difficile rimanere aggiornati su quello che offre il territorio e allo stesso tempo capire le esigenze degli ospiti - sottolinea Ester Liquori -. Ci sono tanti modi di viaggiare, ciascuno ha le proprie preferenze e YAMGU permette agli operatori di capire i viaggiatori e aiutarli nel realizzare le esperienze perfette: è il modo per essere sempre aggiornati, offrire suggerimenti di qualità per vivere le città e allo stesso tempo capire meglio i propri clienti grazie alla tecnologia». Un progetto in fase di espansione commerciale che ha già preso il via in alcuni hotel come il Grand Hotel Sitea, l’Art Hotel Boston, il Best Western Plus Albergo Genova a Torino e il Grand Hotel Alassio ad Alassio.