30 settembre 2020
Aggiornato 11:00
progetti

#LoftGaudioso, partito su Eppela il crowdfunding contro la disabilità

Quando il crowdfunding non finanzia solo prototipi o idee innovative, ma veri e propri progetti sociali con cui aiutare le persone a stare meglio

MILANO - È partito da qualche giorno ufficialmente il primo crowdfunding per i progetti dell’Associazione Gaudio (Gruppo Autismo e Disabilità Intellettiva Onlus) a sostegno delle famiglie colpite da autismo. L’associazione, per lanciare la sua prima ‘raccolta fondi dal basso’, ha scelto la piattaforma Eppela per creare il suo progetto Loft Gaudioso, che è il nome dell’evento di raccolta fondi che si terrà il 17 Marzo a Milano, al Loft-Coworking.

Il crowdfunding per le Disabilità
«E’ il nostro primo tentativo di crowdfunding – afferma Raffaella Turatto, presidente dell’associazione – non sapevamo esistessero piattaforme così evolute, che al raggiungimento dell’obiettivo (goal) erogano direttamente i fondi. In questa prima esperienza abbiamo voluto mantenere il goal basso, sperando di raggiungerlo. Abbiamo impostato un periodo di 15 giorni, e ad oggi le prospettive sono buone: anche perché la riuscita della raccolta dipende molto da quanto l’informazione viene condivisa, quindi con il passaparola, i social, il web.» ll progetto è molto importante: tutti i fondi raccolti saranno infatti destinati all'organizzazione di un soggiorno terapeutico, denominato Vacanza Gaudiosa per adolescenti con autismo. Per questi ragazzi, le vacanze così strutturate sono molto più di momenti di svago: sono occasioni privilegiate in cui malgrado le loro gravi difficoltà apprendono ad autogestirsi, a essere più autonomi e a modulare la loro relazione con gli altri.

Come donare al progetto Loft Gaudioso
L’utilizzo di questo metodo innovativo sta già portando buoni frutti anche perché non sono mancate persone che, visto il programma, hanno di loro spontanea iniziativa fatto donazioni extra, sostenendo silenziosamente questo progetto molto bello. «Grazie a quello che raccoglieremo con Eppela, a quello che ci hanno donato i benefattori (che vogliono rimanere anonimi) e a quello che raccoglieremo con la serata benefica del 17 marzo possiamo sperare di farcela» conclude Raffaella Turatto. L’appello è quello di unirsi agli altri e fare una piccola donazione a sostegno di un progetto con scopi così nobili. E’ sufficiente visitare il sito Eppela (Progetto Loft Gaudioso), donare con Paypal sul sito www.autismogaudio.org oppure contattare direttamente l’associazione per effettuare un bonifico.