7 dicembre 2021
Aggiornato 04:30
onde sismiche

MyShake, l'app che rileva i terremoti dallo smartphone

L'obiettivo finale è quello di creare una rete di sismografi utilizzando l'accelerometro presente nei nostri smartphone. I dati raccolti da ogni singolo utente saranno inviati a un server centrale per il confronto

SACRAMENTO - Rilevare terremoti direttamente dal proprio smartphone. Per molti potrebbe essere una di quelle applicazioni da curiosare nel tempo libero o prima di andare a dormire. Per altri, invece, potrebbe rappresentare una vera e propria salvezza, soprattutto per la popolazione che vive in luoghi ad alto rischio sismico. E’ MyShake, l’applicazione gratuita sviluppata dai ricercatori dell’università della California, guidati da Richard Allen. Lo scopo è quello di creare una rete di sismografi utilizzando l’accelerometro presente nei nostri smartphone e cercare quindi di rilevare il sisma prima che questo si verifichi nella realtà. Ma come è possibile che il nostro smartphone possa trasformarsi in un rilevatore di terremoti?

Come funziona MyShake
L’applicazione analizza le vibrazioni - scorporandole da quelle del normale funzionamento del telefono - e attiva immediatamente il GPS per comunicare via Internet la propria posizione. I dati raccolti da ogni singolo utente verranno inviati a un server centrale che li confronterà con quelli provenienti da altri utenti che vivono nella stessa zona. Quando il numero di utenti sarà abbastanza grande, il dispositivo avrà non solo la capacità di inviare dati al Servizio geologico statunitense, ma anche creare degli avvisi per avvertire le persone dell’arrivo imminente del sisma. E’ chiaro che per essere credibile il sistema deve basarsi su un numero notevole di rilevamenti, per escludere segnalazioni errate e creare falsi allarmismi. L’algoritmo messo a punto dal team di Allen è in grado di riconoscere un terremoto nel 93 per cento dei casi e dovrebbe aiutare notevolmente la prevenzione per le popolazioni che vivono in prossimità delle zone colpite. Basta semplicemente scaricare l'app sul proprio telefono.

I rilevamenti di MyShake
Nel caso di questa applicazione è importante parlare di community. E’, infatti, necessario che siano molte le persone che - anche come «opera di bene» - installino l’app sul proprio smartphone al fine di rendere possibile il rilevamento del sisma in quella zona. L’Università californiana di Berkeley si augura che l’appello venga, infatti, accolto dal maggior numero di persone possibili in modo da poter raccogliere un quantitativo significativo di dati in vista di una versione aggiornata dell’applicazione in grado di inviare allarmi precoci. Potete scaricare MyShake in maniera completamente gratuita dal Play Store. MyShake è disponibile al momento per soli dispositivi Android, ma presto sarà scaricabile anche sui sistemi iOS.