23 aprile 2024
Aggiornato 13:30
A due giorni dalla sua presentazione

Apple Music è già nel mirino dell'Antitrust

L'indagine sta cercando di capire se Cupertino ha commesso delle violazioni nel firmare i contratti con le case discografiche, in una inchiesta che ricalca quelle avviate dalla Commissione europea.

NEW YORK (askanews) - A due giorni dalla sua presentazione, il nuovo servizio di streaming musicale di Apple, Music, finisce sotto la lente delle autorità antitrust americane. L'indagine sta cercando di capire se Cupertino ha commesso delle violazioni nel firmare i contratti con le case discografiche, in una inchiesta che ricalca quelle avviate dalla Commissione europea.

Il Financial Times scrive che le autorità vogliono capire se Apple ha messo in atto comportamenti anticoncorrenziali, facendo pressione sulle etichette musicali affinché abbandonassero i servizi gratuiti e sostenuti dalla pubblicità offerti da Spotify e YouTube, controllata da Google.

Le indiscrezioni sulla possibilità di «un'indagine in corso» da parte della procura generale di New York hanno cominciato a circolare martedì, il giorno dopo il lancio del nuovo servizio di Apple. Il procuratore generale del Connecticut collaborerà con la controparte newyorchese alle indagini. Più in generale, le autorità vogliono vedere chiaro sulle trattative sulla concessione di licenze per i servizi di streaming, dopo che le concorrenti di Apple Music hanno sollevato dubbi in proposito.