20 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Battuta sul tempo Nokia

HTC svela i due primi smartphone Windows

Basati sul nuovo sistema operativo Mango di Microsoft. Intanto l'Apple riesce a bloccare le vendite del tablet Samsung in Australia

ROMA - Htc brucia Nokia sul traguardo dei primi smartphone basati sul nuovo sistema operativo «Mango» di Microsoft. A pochi giorni dalla presentazione da parte del colosso finlandese dei primi apparati evoluti che utilizzeranno il sistema operativo della casa informatica produttrice di Windows, è stata invece la Htc di Taiwan a presentare due apparati alto di gamma, il Titan e il Radar, che saranno posti in vendita sui mercati di Usa, Europa e Asia al prezzo non sussidiato di rispettivamente 600 e 450 dollari. Quasi una prima mondiale per il nuovo sistema operativo - riporta il Financial Times - considerando che con il Mango è stato finora lanciato un solo modello Fujitsu, ma solo sul mercato giapponese.

La mossa odierna di Htc è destinata a mettere ancora più pressione su Nokia, che otto mesi fa aveva abbandonato il proprio sistema operativo, il Symbian, a favore del Windows Phone 7. Ma da allora dal cilindro della multinazionale finlandese, leader mondiale della telefonia mobile, non è uscito ancora alcun modello perdendo così il vantaggio della prima mossa. L'appuntamento dovrebbe essere, secondo gli analisti, fissato per questo mese a Londra nel corso della Nokia World conference.
E l'ambiente competitivo si scalderà ulteriormente: Ck Cheng, analista specializzato alla Clsa, anticipa che «certamente» i consumatori confronteranno l'offerta di Nokia con quella di Htc e con quella di Samsung visto che anche il gruppo coreano presenterà due nuovi telefonini Mango. E ha aggiunto che i consumatori percepiranno Nokia come ritardataria.

Apple riesce a bloccare le vendite del tablet Samsung in Australia - Apple ha messo a segno un nuovo colpo nella battaglia giudiziaria globale che la vede opposta alla coreana Samsung: la magistratura dell'Australia ha temporaneamente bloccato la commercializzazione del tablet della rivale, il Galaxy Tab 10.1. Su questo Apple lamenta la presunta violazione di due brevetti di cui è titolare, ma il tutto avviene nell'ambito di una disputa intricata tra i due gruppi, che ha appunto ramificazioni nei vari mercati mondiali.
Ad ogni modo un tribunale di Sydney ha riferito di aver deciso di inibire temporaneamente le vendite del tablet Samsung, mentre ne valuterà le caratteristiche. Samsung si è detta delusa della decisione, aggiungendo di esser pronta ad assumere tutte le iniziative necessarie per assicurare che i consumatori possano acquistare i suoi prodotti.
Di recente Apple aveva ottenuto un altro successo, facendo bloccare in Germania sempre il tablet della Samsung, ritenuto tropo simile all'iPad del gruppo californiano. Tuttavia la casa coreana non sta ferma a guardare, e dopo la presentazione della versione aggiornata dello smartphone di Apple, l'iPhone 4S, ha avvertito che intende procedere per le vie legali in Italia e Francia per bloccarne la commercializzazione nei rispettivi mercati.