29 giugno 2017
Aggiornato 11:00
Due i morti durante le manifestazioni seguite alla notizia

Corea del Sud, destituita la presidente Park per impeachment: violente proteste a Seul

Figlia dell'ex dittatore Park Chung-hee, la presidente destituita è cresciuta nella Casa blu, la sede della presidenza sudcoreana. A portarla nella polvere è stata la sua amicizia di lunga data con Choi Soon-sil

SEUL - La Corte costituzionale della Corea del Sud ha sancito all'unanimità la destituzione per impeachment della presidente Park Geun-hye, coinvolta in uno dei più pesanti scandali della storia sudcoreana post-guerra fredda.

Violenze e scontri
La decisione ha suscitato soprattutto proteste da parte dei sostenitori della leader, con disordini nella capitale, Seul dove sono morte due persone che erano state ferite durante gli scontri. La polizia di Seoul ha dichiarato che intende indagare sulle circostanze che hanno portato ai due decessi. Una delle vittime era un 72enne ritrovato sanguinante vicino alla sede della Corte costituzionale.

L'impeachment
Figlia dell'ex dittatore Park Chung-hee, la presidente destituita è cresciuta nella Casa blu, la sede della presidenza sudcoreana. A portarla nella polvere è stata la sua amicizia di lunga data con Choi Soon-sil, una donna di potere legata a un influente culto sciamanico la quale aveva - secondo le accuse - creato una rete di potere approfittando dei suoi rapporti con Park. Questa situazione aveva consentito a Choi di ricevere finanziamenti dai più importanti chaebol e di avere voce in capitolo su alcune delle più importanti decisioni dello Stato, sebbene non avesse alcun incarico che legittimasse questo potere. Park dovrà lasciare immediatamente la Casa blu, da dove governava da presidente dal 2012. Come è stata il primo presidente donna della Corea del Sud, è ora anche il primo presidente destituito.