Il più grave attentato dal 2014

Pakistan, terribile attentato in una moschea: oltre 70 morti, 40 bimbi

Oltre 70 persone sono morte, tra cui venti bambini, in un attentato kamikaze in una moschea sufi in Pakistan, rivendicato dai jihadisti dello Stato islamico. Chiuso il confine con l'Afghanistan, tre giorni di lutto

ROMA - Oltre 70 persone sono morte, tra cui venti bambini, in un attentato kamikaze in una moschea sufi in Pakistan, rivendicato dai jihadisti dello Stato islamico. Altre 250 persone sono rimaste ferite, una quarantina sono in gravi condizioni. Le autorità pachistane hanno chiuso i valichi di confine con l'Afghanistan, e hanno chiesto a Kabul di consegnargli 76 "terroristi" collegati in qualche modo all'attentato nella moschea nel sud del Paese. L'attentato è avvenuto nella città di Sehwan, a circa 200 chilometri a nord di Karachi. Si tratta del peggior attentato messo a segno in Pakistan dal 2014. Le autorità provinciali hanno annunciato tre giorni di lutto.