25 gennaio 2020
Aggiornato 20:30
Addobbi spettacolari e mercatini. Gli abitanti: non abbiamo paura

Natale a New York, città in festa senza la paura di nuovo attentati

New York è da sempre una delle città in cui si respira di più l'atmosfera del Natale, e lo è anche quest'anno nonostante i fatti di Berlino e i possibili timori di nuovi attentati

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/12/20161222_video_13590826.mp4

ROMA - New York è da sempre una delle città in cui si respira di più l'atmosfera del Natale, tra addobbi spettacolari, vetrine scintillanti, i tradizionali mercatini e la pista di pattinaggio a Rockefeller Centre sovrastata dal gigantesco albero. Ogni anno sono migliaia i turisti che arrivano nella Grande Mela prima delle feste per fare acquisti e respirare il clima speciale.

Nessun timore
L'attentato al mercatino di Berlino, in cui sono state uccise 12 persone, non ha fermato i festeggiamenti. La città anche quest'anno pullula di turisti e i newyorkesi continuano a frequentare luoghi affollati, senza timore di nuovi attacchi.

Continuare la propria vita
«Anche se ci fosse un attacco, come una potenziale bomba a Chelsea o una cosa del genere - dice una turista inglese - la gente deve continuare con la propria vita, andare avanti. E' una grande città, non si deve avere paura»«Stavo pensando di andare al mercatino di Natale - racconta una newyorkese - poi ho sentito di Berlino e allora ho pensato che era ancora più giusto andarci, dovevo essere lì per dimostrare che non ho paura». Questo ragazzo ha ancora vivo il ricordo dell'11 settembre. «Quando capitano cose del genere all'estero vogliamo far sentire la nostra vicinanza e far vedere che anche qui il commercio non ne risente. Io credo che sia importante mostrare che abbiamo fede e amiamo fare shopping. Non vogliamo arrenderci».