25 giugno 2022
Aggiornato 09:30
L'ha confermao il ministro dell'Interno

Anis Amri ucciso a Sesto San Giovanni dalla polizia: la conferma di Minniti

Alle 3 del mattino a Sesto San Govanni nel corso si una normale attività di controllo, una pattuglia della polizia ha fermato una persona che si aggirava con fare sospetto, e nel momento in cui è stato fermato l'uomo ha estratto una pistola

SESTO SAN GIOVANNI - E' Anis Amri, ricercato dalla Germania quale autore della strage al mercatino di Natale di Berlino, l'uomo ucciso dalla polizia italiana in uno scontro a fuoco a Sesto San Giovanni. Lo ha confermato il ministro dell'Interno Marco Minniti in una conferenza stampa al Viminale. "Questa notte alle 3 del mattino a Sesto San Govanni, Milano, nel corso si una normale attività di controllo, una pattuglia della polizia ha fermato una persona che si aggirava con fare sospetto, e nel momento in cui è stato fermato l'uomo senza esitare ha estratto una pistola e ha sparato verso un agente che gli aveva chiesto i documenti - ha detto Minniti - l'agente al momento è in ospedale, ferito, ma non in pericolo di vita. La pattuglia ha subito reagito e lo ha ucciso». "La persona uccisa - ha quindi confermato il ministro - è risultata essere, senza ombra di dubbio, Anis Amri, il presunto sospettato dell'attacco terroristico a Berlino".