21 novembre 2019
Aggiornato 14:30
Al via a Marrakech la conferenza Onu sul clima

COP22, Hollande avvisa Trump: l'accordo di Parigi irreversibile

La conferenza sul clima dell'Onu a Marrakech si è aperta all'ombra della vittoria di Donald Trump alle presidenziali americane

MARRAKECH - La conferenza sul clima dell'Onu a Marrakech si è aperta all'ombra della vittoria di Donald Trump alle presidenziali americane. Il presidente eletto durante la campagna elettorale ha espresso più volte dubbi sui cambiamenti climatici, sostenendo anche che si tratti di un'invenzione cinese per danneggiare le industrie americane.

L'accordo è irreversibile
Così le prime dichiarazioni del presidente francese Francois Hollande sono state rivolte direttamente agli Stati Uniti. «L'accordo è irreversibile. Non è stato solo storico ma è irreversibile perché lega gli Stati gli uni agli altri, dunque è irreversibile nei fatti», ha detto parlando alla conferenza Onu, «Il popolo americano è cosciente che se il livello degli oceani sale, se le catastrofi naturali continuano, se ci saranno le migrazioni, se scoppieranno crisi, gli Stati Uniti ne subiranno conseguenze».