Germania, sparatoria vicino a stazione metro di Monaco: diversi feriti

Un agente di polizia è stato ferito gravemente nel corso di una sparatoria avvenuta nei pressi della stazione ferroviaria di Monaco di Baviera. Ci sarebbero diverse persone ferite e il responsabile sarebbe stato arrestato

Agente di polizia tedesca
Agente di polizia tedesca (EPA/JAN WOITAS COLOR EPA/JAN WOITAS)

MONACO - «Un agente di polizia è stato ferito» nel corso di una sparatoria avvenuta nei pressi della stazione metro di Unterfoehring, a Monaco di Baviera. Lo riferisce la Bild nella sua edizione online. La stazione è stata evacuata, secondo la polizia per la popolazione non c'è più pericolo. «Diverse persone ferite. L'agente ferito gravemente. Una persona arrestata», è l'ultimo tweet della polizia di Monaco che aggiorna la situazione alla stazione ferroviaria di Unterfoehring.

Controlli
Per controllare la zona e garantire la sicurezza sono stati dispiegati agenti della polizia di stato e della polizia federale. Un elicottero sta sorvolando la zona. La polizia di Monaco ha twittato tre volte sull'accaduto: «Una pistola è stata usata durante un'operazione di polizia presso la S-Bahn di Unterfoehring. Almeno una persona ferita». E successivamente riferendo che «la situazione è sotto controllo e la zona intorno alla stazione è stata evacuata».

5 feriti, ma non è terrorismo
Il bilancio è di cinque feriti, di cui un'agente di polizia grave. Secondo i media tedeschi la sparatoria è avvenuta in seguito a un controllo. La poliziotta è ferita alla testa mentre tre persone sono state colpite da proiettili vaganti. Ferito anche l'aggressore, che è agito da solo ed è stato arrestato, ha twittato la polizia della città tedesca. E' escluso che si tratti di terrorismo, scrive il tabloid Bild. La polizia tedesca ha rassicurato sulla matrice della sparatoria avvenuta oggi alla stazione ferroviaria di Monaco: «L'unico assalitore è stato guidato da ragioni personali. Non ci sono moventi politici o religiosi in questa occasione», ha spiegato il portavoce ai giornalisti escludendo un attacco terroristico.