18 giugno 2019
Aggiornato 16:30
Presidenziali francesi 2017

Hollande: «Dimostriamo che la democrazia è più forte di tutto»

L'appello del presidente uscente agli elettori francesi. Affluenza stabile rispetto al 2012: 28,54% alle 12:00. Lunghe code a Londra per votare per le presidenziali.

Il Presidente francese uscente, Francois Hollande
Il Presidente francese uscente, Francois Hollande ( ANSA )

PARIGI - Il presidente francese uscente Francois Hollande ha lanciato un appello agli elettori a «dimostrare che la democrazia è più forte di tutto». Il capo di stato ha votato a Tulle per il primo turno delle presidenziali in cui si sceglierà il suo successore.

Affluenza stabile rispetto al 2012: 28,54% alle 12:00
L'affluenza alle urne nel primo turno delle elezioni presidenziali francesi è stabile, secondo il ministero dell'Interno che ha diffuso i primi dati. Alle 12:00 ha votato il 28,54%, percentuale leggermente in rialzo rispetto al 2012 quando a mezzogiorno aveva votato il 28,29% degli aventi diritto.
Tutti i principali candidati, Benoit Hamon, Francois Fillon, Emmanuel Macron e Marine Le Pen, hanno già votato.
Alle scorse elezioni al primo turno votò in totale il 79,48% dei francesi. Le urne si chiudono alle 19:00, tranne nelle grandi città dove resteranno aperte fino alle 20:00.

Lunghe code a Londra per votare per le presidenziali
Dopo le lunghe code di ieri in Canada, anche oggi i francesi che vivono all'estero sono in fila da ore per poter esprimere il proprio voto per il primo turno delle presidenziali. In particolare a Londra.
Secondo quanto scrivono molti elettori sui social network, postando le foto dell'attesa, e come testimoniano i tweet di molti francesi all'estero, l'attesa media va dalle due alle tre ore. A Londra ci sono due seggi per i 200.000 residenti, secondo il consolato, scrive Le Figaro.
«Mi appresto a votare a Londra, dopo più di due ore e mezzo di fila... Inaccettabile! Tutti sono furiosi per l'organizzazione pietosa», segnala un utente a Le Monde.