14 luglio 2020
Aggiornato 05:30
Pioggia di critiche su ministro Interno, non ha spiegato il motivo

Germania-Olanda, Merkel sotto accusa difende l'annullamento della partita

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha difeso la decisione difficile di annullare la partita Germania-Olanda ieri sera mentre il suo ministro dell'Interno è oggetto di una marea di critiche per non averne voluto spiegare le cause

BERLINO - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha difeso la decisione «difficile» di annullare la partita Germania-Olanda ieri sera mentre il suo ministro dell'Interno è oggetto di una marea di critiche per non averne voluto spiegare le cause. «Come milioni di fan, ero triste per la decisione di annullare la partita» ha detto Merkel. «Le autorità hanno preso un decisione difficile, forse la decisione più difficile. Ma ieri sera c'erano rischi per la sicurezza», ha proseguito il capo del governo tedesco in una dichiarazione.

Partità della libertà
La nazionale tedesca, già scioccata per le esplosioni di tre kamikaze allo Stade de France, dove venerdì sera giocava contro la Francia, e più in generale dagli attacchi di Parigi che hanno causato 129 morti, doveva giocare ieri sera ad Hannover contro l'Olanda. L'incontro presentato come «la partita della libertà», un omaggio alle vittime, è stato annullato per una minaccia di attentato, ma la polizia non ha rinvenuto esplosivi nè arrestato indagati.

Nessuna spiegazione
Confermando l'annullamento dell'incontro il ministro dell'Interno Thomas de Maizière non aveva voluto fornire spiegazioni, affermando che «una parte della risposta susciterebbe la preoccupazione della nostra popolazione». Oggi queste parole sono state prese di mira sui social media, in particolare Twitter, dove l'hashtag #DoItLikeDeMaizière, «fai come de Maizière», pullulava di messaggi sul tono «Cara, il bambino è mio? Una parte della risposta susciterebbe la tua preoccupazione».

Sicurezza
Nella sua dichiarazione, Merkel ha ringraziato «calorosamente» le forze dell'ordine e le autorità responsabili della sicurezza oltre che i tifosi che nello stadio hanno reagito «con calma» all'annuncio dell'annullamento. «E' una buona cosa avere autorità di questo genere» perchè rendono possibile «l'organizzazione di altri grandi avvenimenti in Germania, come partite di calcio» ha detto Merkel, dando «un grande ringraziamento a tutti coloro che vegliano sulla nostra sicurezza». Il capo del governo della Bassa Sassonia, Stephan Weil, ha giustificato il silenzio delle autorità affermando che le informazioni che hanno condotto all'annullamento sono «confidenziali e segrete» e che la fonte non può essere rivelata.

(Con fonte Askanews)