15 ottobre 2019
Aggiornato 12:30
Il vicepresidente starebbe superando gli ultimi dubbi

Presidenziali Usa, Joe Biden sempre più vicino a candidarsi

Secondo il Wall Street Journal, che cita fonti vicine al politico, Biden sarebbe pronto a candidarsi alle primarie democratiche, una volta superati gli ultimi dubbi che ancora lo attanagliano

NEW YORK (askanews) - Il vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden, potrebbe essere un nuovo rivale di Hillary Clinton nella corsa alla Casa Bianca. Secondo il Wall Street Journal, che cita fonti vicine al politico, Biden sarebbe pronto a candidarsi alle primarie democratiche, in vista delle prossime presidenziali, una volta superati gli ultimi dubbi sulla possibilità di mettere in piedi una campagna elettorale competitiva.

Ancora nessuna parola definitiva
«Il vicepresidente non ha preso una decisione sul suo futuro politico» ha detto la portavoce Kendra Barkoff ai quotidiani, cercando di placare le voci che si susseguono da settimane. A dimostrazione del fatto che stia ragionando seriamente sulla possibilità di candidarsi, ha incontrato nel fine settimana la senatrice democratica Elizabeth Warren, molto apprezzata dall'area liberal del partito, che non guarda con favore alla candidatura di Hillary Clinton, al momento senza un rivale credibile per la nomination democratica. In molti credono persino che Warren possa ancora candidarsi, ma la senatrice ha più volte detto di non averne intenzione.

FIducia classi popolari
Biden, secondo molti analisti, riesce ad attirare, rispetto a Clinton, la fiducia delle classi popolari e quella di coloro che non sono affiliati a un partito. Come scrive il Wall Street Journal, che fa riferimento a un sondaggio di Quinnipiac, il vicepresidente sarebbe davanti a Donald Trump, il candidato in testa tra i repubblicani, in Stati cruciali come Ohio, Pennsylvania e Florida. Chiaro, però, che Biden entrerebbe in corsa per i democratici da sfavorito: secondo la media dei sondaggi di Real Clear Politics, al momento Biden avrebbe il 12% delle preferenze, alle spalle di Hillary Clinton (49,3%) e Bernie Sanders (25%); naturalmente, una sua candidatura ufficiale gli permetterebbe di ottenere molti più consensi, ma l'ex first lady, nonostante stia perdendo punti percentuali, sembra ancora un obiettivo lontano da raggiungere nei sondaggi. Per Biden, nato in Pennsylvania nel 1942, senatore del Delaware dal 1973 al 2009 e da allora vicepresidente, sarebbe la terza candidatura alla Casa Bianca, dopo quelle del 1988 e del 2008.