2 marzo 2024
Aggiornato 20:00
Morte Mandela

Winnie Mandela: «Ha esalato l'ultimo respiro e si è addormentato»

E' quanto ha raccontato oggi Winnie Madikizela-Mandela, seconda moglie dell'eroe della lotta all'apartheid morto il 5 dicembre scorso

LONDRA - Nelson Mandela «ha esalato il suo ultimo respiro e si è addormentato». E' quanto ha raccontato oggi Winnie Madikizela-Mandela, seconda moglie dell'eroe della lotta all'apartheid morto il 5 dicembre scorso.

«Mi hanno chiamato la mattina» del 5 dicembre e «il medico mi ha detto: 'Penso dovresti venire'. Non aveva mai usato prima queste parole. Quando ha detto così, ho capito che era una cosa grave», ha aggiunto Winnie nell'intervista rilasciata all'emittente britannica ITV. Una volta lì, «mi sono avvicinata a lui e mi sono accorta che respirava molto lentamente ed era freddo. Poi ha esalato il suo ultimo respiro e si è addormentato... era morto». Secondo il racconto dell'ex moglie, i medici hanno assicurato che Mandela non ha sofferto nei suoi ultimi giorni di vita.

«Mi ritengo molto fortunata ad essere stata lì quando ha esalato il suo ultimo respiro - ha aggiunto - sono rimasta seduta accanto a lui per oltre tre ore e mezza... e ho capito che Dio era stato molto generoso con noi. Ci ha concesso tanto tempo per dirci addio. Sapevo che eravamo arrivati alla fine».

«Anche se aveva 95 anni e aveva fatto tanto, c'era ancora tanto da fare», ha proseguito, sottolineando però che l'ex marito «aveva compiuto la sua missione». Alla domanda sui sacrifici fatti dalla coppia durante i lunghi anni di separazione, Winnie Madikizela-Mandela, 77 anni, ha risposto: «Lo farei di nuovo. Non c'è alcuna ricompensa più bella della liberazione del Sudafrica».