19 novembre 2019
Aggiornato 13:00
Famiglie Reali

L'Olanda vuole una festa indimenticabile per il nuovo Re

Ben noti per il loro spirito festaiolo, gli olandesi si preparano già da oggi, all'indomani dell'annuncio dell'abdicazione della regina Beatrice, alla festa «indimenticabile» che dovrà accompagnare l'intronizzazione del re Willem-Alexander il 30 aprile ad Amsterdam

L'AIA - Ben noti per il loro spirito festaiolo, gli olandesi si preparano già da oggi, all'indomani dell'annuncio dell'abdicazione della regina Beatrice, alla festa «indimenticabile» che dovrà accompagnare l'intronizzazione del re Willem-Alexander il 30 aprile ad Amsterdam. La scelta della data non è causale: si tratta del giorno della Festa della Regina che in Olanda corrisponde de facto alla festa nazionale.

Questo giorno già festivo di per sé, nel quale gli olandesi tradizionalmente si agghindano con parrucche, sciarpe, magliette a altri eccentrici accessori arancioni, il colore nazionale, si annuncia particolarmente eccezionale. Del resto il Primo ministro olandese, Mark Rutte, 45 anni, non ha perso tempo: dopo la breve allocuzione della sovrana, ieri sera, aveva già lanciato un appello agli olandesi a fare del 30 aprile una festa enorme, «all'altezza delle nostre emozioni di oggi», anche se, rigore di bilancio oblige, dovrà essere finanziariamente «sobria».

Il comune di Amsterdam gli aveva fatto subito eco assicurando che «Amsterdam e i suoi abitanti trasformeranno il 30 aprile, insieme a tutti gli olandesi, in una giornata indimenticabile ». E stando a quanto raccontato da Bartho Boer, un portavoce della cittadinanza, subito dopo l'annuncio di Beatrice, i call center del comune sono stati presi d'assalto dalle telefonate dei cittadini che da ogni angolo del regno proponevano di organizzare eventi particolari a Amsterdam o semplicemente mettevano a disposizione i loro servizi per essere sicuri del successo della festa.

«Ci aspettiamo una giornata di grandi festeggiamenti», ha spiegato all'Afp Machteld Ligtvoet, portavoce della Federazione del Turismo di Amsterdam. «Ci saranno di certo più visitatori di quanti ce ne sono ad una tradizionale Festa della Regina», ha aggiunto. Anche gli hotel della città sono stati letteralmente subissati di telefonate: nel centro sono già al completo, assicura Machteld.

Concerti, serate, feste campestri, la Festa della Regina offre agli olandesi la possibilità di dedicarsi ad una delle loro attività favorite: festeggiare. A l'Aia, sede del governo, la Notte della Regina, che si celebra alla vigilia della Festa della Regina, attira ogni anno migliaia di persone che invadono le strade e i bar della città fino ad oltre l'alba. Del resto non è un caso che il quotidiano popolare Algemeen Dagblad abbia pubblicato un articolo in cui ha affermato che «per numerosi olandesi, la vera notizia non è l'abdicazione ma il fatto che la Festa della Regina non esisterà più».

In effetti, la Festa della Regina sarà sostituita nel 2014 dalla Festa del Re, che avrà luogo il 27 aprile. Il 2013 è pertanto l'ultimo anno in cui il 30 aprile sarà festa nazionale poiché, come vuole la tradizione, il monarca decide, nel momento in cui indossa la corona, quale sarà la data della festa nazionale. Beatrice aveva deciso di onorare l'anniversario della sua intronizzazione, il 30 aprile 1980, che era anche il genetliaco della madre Juliana, nata il 30 aprile 1909. A partire dall'anno prossimo, la festa nazionale sarà quindi celebrata il 27 aprile in onore del compleanno di Willem-Alexander. Speriamo che entro quel giorno si sarà sbarazzato di un soprannome che da ieri più che mai gli starà senz'altro stretto, quello di «principe pils», allusione agli ettolitri di birra che ingurgitava ai festini da giovane studente.