6 aprile 2020
Aggiornato 02:00
Islam | Caso Malala

La Jolie spiega ai figli la storia di Malala

Malala Yousafzai voleva andare a scuola, per questo i «grandi» hanno tentato di ucciderla. Non è facile spiegare a dei bambini la storia della coraggiosa ragazzina pachistana, finita nel mirino dei talebani perchè rivendicava, in quanto donna, il suo diritto all'istruzione

NEW YORK - Malala Yousafzai voleva andare a scuola, per questo i «grandi» hanno tentato di ucciderla. Non è facile spiegare a dei bambini la storia della coraggiosa ragazzina pachistana, finita nel mirino dei talebani perchè rivendicava, in quanto donna, il suo diritto all'istruzione.
Angelina Jolie «si è sentita in dovere di condividere la storia di Malala con i suoi figli. E' stato difficile per loro comprendere un mondo dove degli uomini tentano di uccidere un bambino la cui unica colpa è il desiderio di avere il permesso di andare a scuola», ha scritto l'attrice americana sul Daily Beast.
«Il giorno seguente - racconta Jolie - quando abbiamo visto le manifestazioni in Pakistan a sostegno di Malala, mio figlio si è preoccupato, temendo che uccidessero tutti quei bambini per aver difeso Malala». «Perchè questi uomini pensano che serva uccidere Malala?», ha chiesto ancora uno dei figli di Jolie. «Perché l'istruzione è un potere pericoloso», ha risposto l'ambasciatrice delle Nazioni Unite, che ha auspicato che la 14enne pachistana venga candidata al Premio Nobel per la Pace.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal