18 luglio 2019
Aggiornato 07:30
Minaccia di trasformarsi in uragano

Haiti si prepara all'arrivo di Isaac

Il Governo ha lanciato un appello alla popolazione a rispettare le norme di precauzione in un Paese che porta ancora visibili i segni del devastante terremoto del 2010

PORT AU PRINCE - Haiti si prepara all'arrivo della tempesta tropicale Isaac che potrebbe trasformarsi in uragano: il governo ha lanciato un appello alla popolazione a rispettare le norme di precauzione in un Paese che porta ancora visibili i segni del devastante terremoto del 2010.

VENTI DI 100 CHILOMETRI ORARI - La tempesta «Isaac si è temporaneamente calmata ma dovrebbe colpire Haiti nella serata» e attraversare il sudest di Cuba sabato, ha annunciato il Centro americano di sorveglianza degli uragani (Nhc) con sede a Miami (Florida, sudest) nell'ultimo bollettino diffuso alle 2 ora italiana.
Sono misurati venti di 100 chilometri orari mentre la tempesta procede verso nordovest a una velocità di 17 chilometri orari. Per il momento, il centro americano ha lanciato l'allarme rosso unicamente su Haiti, anche se un'allerta per tempesta tropicale è ancora in vigore nella Repubblica Dominicana, a Cuba, nelle Bahamas e in Giamaica.

RISCHIO DI INONDAZIONI E SMOTTAMENTI - Anche se il comportamento della tempesta è irregolare e diversi meteorologi stimano che non dovrebbe trasformarsi in fenomeno di grande vigore, Nhc ha indicato che rimangono possibili rafforzamenti. Le forti precipitazioni previste, poi, potrebbero provocare inondazioni e smottamenti di terreno. Ad Haiti la ricostruzione del Paese dopo il sisma che nel 2010 ha provocato oltre 250mila morti è lungi dall'essere raggiunta e circa 400mila persone vivono ancora nei campi per sfollati.