20 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
Politiche europee

Serbia, Westerwelle: Per la candidatura UE mancano gli ultimi metri

La prossima settimana i Ventisette dovranno decidere sulla candidatura serba, dopo averla già bocciata lo scorso dicembre a causa degli scarsi progressi del dialogo tra Belgrado e Pristina. Jeremic: non accetteremo nuove condizioni

BELGRADO - La Germania esprime nei confronti della Serbia «apprezzamento per il lavoro fatto fino ad ora e incoraggiamento per gli ultimi metri» che restano da compiere per ottenere lo status ufficiale di Paese candidato all'adesione Ue. Lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, giunto in visita lampo a Belgrado dove ha tenuto una conferenza stampa con il suo omologo serbo Vuk Jeremic. La prossima settimana i Ventisette dovranno decidere sulla candidatura serba, dopo averla già bocciata lo scorso dicembre a causa degli scarsi progressi del dialogo tra Belgrado e Pristina. In vista della decisione, Belgrado è stata invitata da Westerwelle a mostrarsi «flessibile, razionale e impegnata». Da parte sua Jerimic ha detto che Belgrado «ha rispettato tutte le condizioni poste a dicembre e sia chiaro che la Serbia non ne accetterà di nuove rispetto ad allora».