7 dicembre 2019
Aggiornato 17:30
Salone del libro di Jaipur

Rushdie interverrà al salone del libro in videoconferenza

L'autore dei «Versetti satanici» ha deciso venerdì di non venire alla manifestazione per ragioni di sicurezza, ma ieri ha accusato la polizia indiana di aver inventato le minacce

JAIPUR - Lo scrittore Salman Rushdie interverrà oggi con un video al Salone del libro di Jaipur, nell'ovest dell'India, dopo aver annullato la sua partecipazione a causa di presunte minacce nei suoi confronti. Lo hanno detto oggi gli organizzatori. L'autore dei «Versetti satanici» ha deciso venerdì di non venire alla manifestazione per ragioni di sicurezza, ma ieri ha accusato la polizia indiana di aver inventato le minacce nei suoi confronti al fine di impedirgli di partecipare al più grande salone del libro del paese.

La sua partecipazione aveva scatenato forti polemiche. L'università indiana Darul Uloom Deoband, celebre scuola coranica, aveva chiesto all'India di non autorizzare lo scrittore britannico di origine indiana di recarsi nel paese, ricordando i suoi scritti «blasfemi».
«Salman Rushdie interverrà al salone del libro in video conferenza», ha detto all'Afp Sanjoy Roy, uno degli organizzatori. In un editoriale pubblicato oggi, il quotidiano The Hindu sostiene l'autore, nato a Bombay nel 1947, «ha diritto a delle scuse per questo episodio vergognoso e alla rassicurazione incondizionata che è il benvenuto in India, ovunque e in ogni momento».