29 gennaio 2020
Aggiornato 09:30
La Giustizia austriaca al lavoro

In Austria bottiglie «Schnaps» con foto di Hitler, aperta un'inchiesta

Ecologisti denunciano un fornitore vino, in Italia è una pratica diffusa, dove si possono trovare bottiglie di vino con l'effigie di ex dittatori, come Hitler, Benito Mussolini o Stalin

VIENNA - La giustizia austriaca ha aperto un'inchiesta nei confronti di un fornitore di vino e acquavite (in tedesco «Schnaps«) che ha messo sul mercato delle bottiglie con l'immagine del Fuehrer.
L'interessato, che si chiama Roland Marte ed è originario della regione austriaca del Voralberg, nell'ovest del paese, sul proprio sito internet pubblicizza delle «bottiglie di vecchi grandi personaggi storici». A denunciare Marte è stato il partito ecologista austriaco, secondo il quale la vendita di vini o «Schnaps» che propongono l'immagine di Hitler o delle croci uncinate è illegale. Per questo il direttore della procura di Feldkirch, Wilfried Siegele, ha deciso che l'affare necessita di «un esame più approfondito».

Si tratta di una pratica diffusa e molto criticata in Italia, dove si possono trovare bottiglie di vino con l'effigie di ex dittatori, come Hitler, Benito Mussolini o Stalin.