12 luglio 2020
Aggiornato 02:30
Schianto sulle colline della capitale

Sciagura aerea in Pakistan

Un Airblue precipita vicino la capitale pachistana. Sale a 25 il numero dei cadaveri ritrovati. Si continua a cercare tra i rottami dell'aereo

ISLAMABAD - E' salito ad almeno venticinque il numero dei morti accertati per la tragedia aerea di questa mattina in Pakistan, dove un aereo della compagnia Airblue decollato da Karachi e diretto a Islamabad si è schiantato sulle colline della capitale.
Ramzan Sajid, portavoce dell'Autorità per lo sviluppo della capitale, ha dichiarato all'Associated Press che i soccorritori hanno recuperato venticinque corpi continuano a cercare tra i rottami dell'aereo per rinvenire altri cadaveri o possibili superstiti.

Il ministro degli Interni pachistano Rehman Malik, intervistato da un'emittente televisiva locale, aveva in precedenza indicato che sul luogo dello schianto sono stati rinvenuti cinque superstiti feriti.
L'aereomobile della compagna pachistana Airblue, che aveva a bordo 146 passeggeri e sei membri dell'equipaggio, si è schiantato in fase di atterraggio sulle colline Margalla, nei dintorni di Islamabad, per cause ancora da accertare. In un primo momento le autorità pachistane hanno reso noto che a precipitare era stato un piccolo aereo, per poi correggersi poco dopo. Airblue è una compagnia aerea privata con sede a Karachi, la seconda più grande del Pakistan.