19 novembre 2019
Aggiornato 06:00
Ballottaggio per le presidenziali in Cile

Isabel Allende sostiene il candidato della «Concertacion»

«La coalizione di centrosinistra è un modello di stabilità politico-economica»

SANTIAGO DEL CILE - La scrittrice cilena Isabel Allende ha dato oggi il suo sostegno al candidato Eduardo Frei per il secondo turno delle presidenziali, affermando che la Concertacion, la coalizione di centrosinistra al potere da vent'anni nel paese, è un modello di stabilità politica, sociale ed economica.

«I più deboli (in Cile) hanno una tutela migliore che non negli Stati Uniti», ha dichiarato la scrittrice 67enne, elogiando le politiche fatte dalla coalizione di centro-sinistra e i programmi sul sociale condotti dalla presidente Michelle Bachelet. «Bisogna portare avanti ciò che funziona. Non cambiamo ciò che va bene», ha insistito la figlia del generale socialista Salvador Allende, rovesciato da un golpe del generale Augusto Pinochet, che successivamente instaurò una dittatura dal 1973 al 1990.

La Concertacion, rimasta al potere dalla caduta di Pinochet, è per la prima volta minacciata dal candidato di destra moderata, l'uomo d'affari Sebastian Pinera, arrivato in testa al primo turno delle presidenziali con il 44% dei consensi, contro il 29,6 ottenuto da Frei. I due candidati, che secondo i sondaggi sono rispettivamente al 46,2% e 39,7 delle preferenze, si sfideranno il 17 gennaio.