17 novembre 2019
Aggiornato 18:30
Cronaca. Francia

Chirac nuovamente «incriminato» per assunzioni fittizie

Quando era sindaco di Parigi

PARIGI - L'ex presidente francese Jacques Chirac è stato nuovamente «incriminato» per la vicenda delle assunzioni fittizie quando era sindaco di Parigi. Oggi Chirac ha avuto un colloquio a Parigi con il giudice di Nanterre, Jacques Gazeaux, al quale il capo di stato «ha riaffermato che nessun meccanismo (illegale) è mai esistito in seno al municipio», ha spiegato il suo avvocato, signora Jean Veil.
«L'incontro è durato venti minuti, il giudice non gli ha posto domande», ha sottolineato il legale, aggiungendo che Chirac è stato incriminato per «interessi illegali riguardo a sette assunzioni», vale a dire il presunto pagamento di stipendi da parte del municipio di Parigi a favore di alcuni membri dell'allora partito di Chirac, l'Rpr.