14 giugno 2024
Aggiornato 07:00
Aereo si schianta su torre controllo

Thailandia: 2 italiane ferite

L'incidente a Koh Samui: sul volo Bangkok Airways 11 italiani

BANGKOK - Momenti di panico per undici turisti italiani a bordo di un Atr-72 della Bangkok Airways, che ha sbandato in fase di atterraggio e si è schiantato contro una torre di controllo in disuso dell'aeroporto dell'isola thailandese di Koh Samui. Nell'incidente è morto il pilota, Chartchai Pansuwan, con esperienza decennale a bordo degli Atr. Fra i sette feriti ricoverati in ospedale, ci sono anche due italiane: Mirella Gastaldi, 39 anni, che vive a Ginevra, e la figlia di 11 anni, entrambe in condizioni non gravi.

«La madre ha subito un lieve trauma cranico e la figlia è ferita a una gamba, viaggiavano insieme a due familiari che sono vicini a loro in ospedale insieme alle autorità consolari e i rappresentanti dell'ambasciata che seguono la vicenda» hanno fatto sapere dalla Farnesina. Gli altri sette connazionali che erano a bordo del velivolo sono ora ospitati in un albergo della zona.

L'incidente è avvenuto alle 14.15 ora locale (le 9.15 in Italia): l'aereo della Bangkok Airlines è stato costretto ad atterrare in pessime condizioni meteo, nel bel mezzo di una tempesta, e si è andato a schiantare contro la vecchia torre di controllo, che ora viene usata come stazione dei pompieri, ha spiegato Kanikka Kemawutanond, direttore generale del Dipartimento dell'Aviazione Civile. Il co-pilota e sei turisti sono rimasti feriti: oltre alle italiane, quattro britannici.

«Il danno più pesante si è avuto sul fronte del velivolo dove si trovava il pilota. Sembra che sia rimasto vittima dell'impatto» ha riferito un portavoce della polizia, il colonnello Sayan Sartsri. Quanto al co-pilota, è rimasto intrappolato nella cabina per più di due ore ed è stato fra gli ultimi a essere evacuato. Le immagini diffuse dalle tv locali hanno mostrato le squadre d'intervento che lo prelevavano dalle lamiere e lo trasferivano in barella sull'ambulanza.

L'Aviazione Civile, che inizialmente aveva dato notizia di 34 feriti, ha poi precisato che solo sette persone sono state ricoverate mentre gli altri se la sono cavata con uno stato di shock e qualche ustione. Koh Samui si trova 480 chilometri a sud di Bangkok ed è l'isola del Golfo della Thailandia più popolare fra i turisti stranieri. Il direttore commerciale della Bangkok Airways, Puttipong Prasartthong-Osoth, ha fatto sapere che fra i passeggeri c'erano italiani, spagnoli, svizzeri, francesi, tedeschi, britannici e israeliani.

L'Atr72-500 trasportava 68 passeggeri, due piloti e due membri dell'equipaggio ed era decollato da Krabi, un'altra meta balneare di successo nel sud del Paese. Dalle ricostruzioni iniziali risulta che «c'erano pioggia e vento molto forti. Non sappiamo cos'abbia fatto o meno il pilota che ha potuto provocare l'incidente e in questa fase è meglio non avanzare ipotesi» ha detto la signora Puttipong. Il pilota aveva 19 anni di esperienza.