18 giugno 2021
Aggiornato 11:00
Finanza

Trading di criptovalute: una guida pratica

Questa è una breve guida passo passo su come iniziare a fare trading avendo solamente le prime nozioni di base

Trading di criptovalute: una guida pratica
Trading di criptovalute: una guida pratica Pixabay

Questa è una breve guida passo passo su come iniziare a fare trading avendo solamente le prime nozioni di base.

Partiamo dal principio. A meno che tu non possieda già criptovaluta, per prima cosa dovrai creare un account con un broker online. Coinbase, Gemini ed eToro sono tra i migliori broker di criptovaluta sul mercato. Tutte e 3 queste opzioni offrono una semplice interfaccia utente e una varietà di altcoin tra cui scegliere.

Per creare un account, dovrai fornire al tuo intermediario prescelto le informazioni di identificazione personale, analogamente all'apertura di un account con un intermediario di borsa.

Dopo esserti registrato con una società di intermediazione crittografica, dovrai collegare il tuo conto bancario. La maggior parte dei broker di criptovaluta offre finanziamenti bancari tramite carte di debito e bonifici. Il bonifico bancario è in genere l'opzione più economica per finanziare il tuo account, è gratuito su Coinbase e Gemini.

A questo punto dovrai scegliere una criptovaluta su cui investire.

I trader di criptovaluta più attivi assegnano la maggior parte del loro capitale a Bitcoin ed Ethereum. Queste criptovalute si muovono in modo più prevedibile rispetto alle altcoin più piccole, quindi il trading con indicatori tecnici può essere più facile.

Una parte di capitale viene assegnato comunque anche ad altcoin minori. Sebbene le criptovalute a piccola capitalizzazione di mercato siano più rischiose di quelle a grande capitalizzazione, offrono un potenziale di rialzo più elevato. Molti piccoli altcoin sono aumentati di oltre il 1.000% in pochi mesi, rendendosi investimenti interessanti per gli investitori tolleranti al rischio.

Se sei nuovo nell'investire, potresti prendere in considerazione l'acquisto di un corso di trading di criptovaluta.

Ancora meglio sarebbe fare affidamento su software che permettono, anche a chi non è avvezzo a questo mondo, di compiere operazioni non avventate. Si tratta di software che ti risparmiano di effettuare attente analisi di grafici e dati tecnici i quali, tra l’altro, sono molto frenetici per quanto riguarda la moneta digitale.

Un esempio lampante di questa tipologia di programmi è Bitcoin Trader, un bot che sfrutta algoritmi e intelligenza artificiale per automatizzare i processi di trading; leggi una breve recensione del software Per saperne di più.

Se sei un trader esperto, invece, avrai già una strategia che utilizzi per negoziare azioni. Le strategie di trading azionario sono comunemente utilizzate anche per le criptovalute. Una strategia di trading preferita personale che molti trader utilizzano è Elliott Wave Theory. Elliott Wave Theory si concentra sulla psicologia alla base del sentimento del mercato, quindi funziona particolarmente bene per asset speculativi come le criptovalute.

Se stai acquistando moneta digitale per mantenerla a medio e lungo termine, dovresti procurarti un portafoglio di criptovalute.

I portafogli di criptovalute sono disponibili come portafogli software o portafogli hardware. Entrambi sono sicuri, ma i portafogli hardware offrono la massima sicurezza, poiché memorizzano le tue criptovalute su un dispositivo fisico, offline. Ledger è un ottimo marchio di portafogli hardware su cui molti investitori fanno affidamento per archiviare le proprie risorse crittografiche. Se stai cercando un portafoglio software, invece, ci sono diverse opzioni su iOS, Google Chrome e Android che possono essere utilizzate gratuitamente.