12 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Enogastronomia

Per gli appassionati del mangiar bene a Venezia torna «Gusto in scena»

Venezia torna ad essere, per tre giorni, capitale internazionale dell'enogastronomia: si rinnova infatti, dal 17 al 19 marzo, nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, l'appuntamento, diventato annuale, con «Gusto in scena»

VENEZIA - Venezia torna ad essere, per tre giorni, capitale internazionale dell'enogastronomia: si rinnova infatti, dal 17 al 19 marzo, nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, l'appuntamento, diventato annuale, con «Gusto in scena». La manifestazione, alla sua quinta edizione, è stata presentata questa mattina, a Ca' Farsetti, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte, tra gli altri, l'assessore comunale al Turismo, Roberto Panciera, l'ideatore e curatore, dell'evento, Marcello Coronini, il presidente di Federturismo Veneto Confindustria, Antonello de' Medici, il presidente e il direttore dell'Associazione esercenti pubblici esercizi di Venezia, Elio Dazzo ed Ernesto Pancin, gli chef Pierluigi Portinari e Riccardo De Prà.

«Quello tra l'enogastronomia e Venezia – ha sottolineato Panciera – è un matrimonio ideale: la nostra città è il palcoscenico ideale per promuovere una delle eccellenze del nostro Paese. Lo stesso scenario della Scuola di San Giovanni Evangelista, e la serie di hotel, ristoranti ed esercizi pubblici che partecipano all'iniziativa, diventano un valore aggiunto per continuare a far crescere un evento che ha ormai trovato a Venezia la sua collocazione definitiva.»

«Anche quest'anno – ha spiegato Coronini – 'Gusto in scena' proporrà una serie di appuntamenti riservati a professionisti, appassionati e semplici buongustai. Tema del congresso di quest'anno sarà 'Cucinare con...Cucinare senza...zucchero': un argomento senza dubbio di grande attualità, ideale prosieguo dei due precedenti convegni, che avevano posto in primo piano la cucina con e senza grassi, e quella con e senza sale.»

Per gli appassionati del «mangiar bene» un'occasione da non perdere sarà quella offerta da «Fuori di gusto»: una ventina di ristoranti e bacari presenteranno ricette locali in menù pensati per tutte le tasche, mentre tre hotel di grande prestigio, come il Gritti, il Danieli e l'Europa&Regina, realizzeranno cene speciali «a quattro mani» con grandi chef come ospiti. Gli amanti del buon bere avranno invece l'opportunità di gustare, sempre dal 17 al 19 marzo, i vini dei territori vulcanici, grazie a «Vulcania a Venezia». Con «Seduzioni di gola», infine, gli appassionati gourmet troveranno una selezione di specialità gastronomiche tipiche del nostro Paese: dagli oli extravergini ai pomodorini di Lucera, dalle noci al miele, dal baccalà al parmigiano reggiano.

Per ulteriori informazioni: www.gustoinscena.it