15 giugno 2021
Aggiornato 18:30
Media | Vendita La7

TI Media scivola in Borsa (-9%) dopo l'esclusiva LA7 a Cairo

Sugli scudi invece il titolo Cairo Communication (+12,44%). Ora Urbano Cairo avrà due settimane di tempo per definire l'acquisizione e intanto rassicura: «Preserveremo e valorizzeremo l'alto livello di qualità editoriale» dell'emittente. Mentana: «Cairo vicino a Cavaliere? Tg resterà come adesso»

MILANO - Scivolone in Borsa per Telecom Italia Media all'indomani della decisione del cda della controllante Telecom Italia di concedere l'esclusiva a Cairo Communication per acquisire LA7, mentre sulla vicenda scoppia la polemica politica tra Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani. Le azioni TI Media hanno chiuso la seduta con un ribasso del 9% a 0,1584 euro, dopo essere comunque balzate ieri di oltre il 10% sull'appeal legato alla manifestazione di interesse giunta sabato da Diego Della Valle. Proposta non più presa in esame dal cda di Telecom perchè giunta fuori tempo massimo.

Sugli scudi invece il titolo Cairo Communication (+12,44%). Ora Urbano Cairo avrà due settimane di tempo per definire l'acquisizione e intanto rassicura: «Preserveremo e valorizzeremo l'alto livello di qualità editoriale» dell'emittente. L'offerta di Cairo è relativa solo alle emittenti LA7 e LA7d, con l'esclusione della quota di Mtv Italia, lasciando il debito e i multiplex in capo a TI Media e ricevendo una «dote» che dovrebbe aggirarsi intorno a 80 milioni.
Forti acquisti anche su Tod's (+5,39%), che beneficia soprattutto dell'upgrade di Nomura del rating sul titolo a «neutral», e su Mediaset (+5,17%) nonostante Berlusconi abbia annunciato, non troppo a sorpresa, che il gruppo chiuderà il 2012 in perdita per la prima volta dalla sua storia. C'è chi legge il balzo odierno del titolo del Biscione con il fatto che l'acquisizione di La7 da parte di Cairo possa essere un vantaggio per Mediaset, considerata la passata vicinanza di Cairo con Cologno Monzese. Circostanza però smentita più volte dall'imprenditore piemontese e oggi anche dallo stesso Cavaliere («Non ho rapporti con Urbano Cairo, è diverso tempo che non lo sento», ha detto).

Mentana: Cairo vicino a Cavaliere? Tg resterà come adesso - Bisogna dare a Urbano Cairo il tempo di prendere i suoi impegni dopo l'avvio della trattativa in esclusiva per l'acquisto de La7 da Telecom Italia: «non è detto che le cose andranno nel peggiore dei modi». Così il direttore del tg de La7, Enrico Mentana, ha aperto l'edizione delle 20.00 commentando la notizia dell'ormai vicino passaggio all'editore Urbano Cairo dell'emittente di Telecom Italia Media, giudicato vicino a Silvio Berlusconi.
«Molti parlano di La 7 venduta a prestanome del Cavaliere. Il fatto fatto ha titolato 'Adesso Berlusconi ha 4 reti'», ha detto Mentana che è invece dell'«idea che si debba dare a Cairo il tempo di mostrarsi e di prendere i propri impegni: non detto che le cose debbano andare nel modo peggiori». Il direttore ha comunque espresso la sua convinzione sul fatto che il «telegiornale resterà come è adesso».