28 marzo 2020
Aggiornato 19:00
Il mercato delle contraffazioni in Lombardia vale oltre 9 miliardi di Euro

Arriva l’etichetta digitale per tutelare e promuovere i prodotti made in italy

La Camera di commercio di Monza e Brianza promuove la nuova etichetta digitale: lo sticker «Ologramma 4G»: per difendersi da contraffazioni, copie pirata e prodotti taroccati che costano complessivamente alle imprese lombarde oltre 9 miliardi di Euro all’anno, tra Milano e Monza e Brianza più di 3,6 miliardi di Euro

MONZA - Ammonta ad oltre 9 miliardi di Euro all’anno per le imprese lombarde il costo di contraffazioni, copie pirata e prodotti taroccati. Un danno economico che tocca, direttamente o indirettamente, circa la metà degli imprenditori, con una perdita annuale a impresa di più di 11 mila Euro. Tra Milano e Monza e Brianza il mercato delle contraffazioni vale oltre 3,6 miliardi di Euro. E’ quanto emerge da una stima dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. E per tutelare e promuovere i prodotti del Made in Italy e in particolare il «Made in Brianza», la Camera di Commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con ArtNetWorth e Mercurio Misura, presenta oggi «Digitally Made in Brianza», la nuova etichetta digitale per combattere la contraffazione ai tempi della globalizzazione, lo sticker «Ologramma 4G».

«In Brianza l’impegno per il Made in Italy è trasversale: va dall’artigianato all’High Tech ed è un elemento importante di competitività e di identità per la nostra economia che mette insieme idee, innovazione, design e originalità- ha dichiarato Giuseppe Meregalli, vicepresidente della Camera di commercio di Monza e Brianza- Digitally Made in Brianza intende proseguire il percorso già avviato dal nostro ente camerale di tutela dell’originalità dei nostri prodotti sui mercati internazionali, offrendo inoltre uno strumento innovativo di comunicazione tra aziende e clienti».

«A fronte dell’impegno delle nostre aziende per l’eccellenza, c’è il grande problema della contraffazione e dell’abusivismo che danneggia il nostro tessuto sociale e produttivo, con danni materiali, stimati in oltre 9 miliardi per le imprese lombarde, e sociali- ha dichiarato Gianni Barzaghi, membro di Giunta della Camera di commercio di Monza e Brianza- In questi anni anni abbiamo lavorato affinché le aziende della Brianza che lavorano per la qualità e portano all’estero il Made in Italy siano riconoscibili e possano essere valorizzate, accompagnandole fra le opportunità che le nuove tecnologie offrono per tutelare e rafforzare il proprio marchio».

Cos’è lo sticker «Ologramma 4G»? È un nuovo sistema di etichettazione digitale che partendo dalla struttura del codice a barre (QR code) permette di rendere fruibile in modo interattivo «la carta d’identità» del prodotto e dell’impresa, sia in funzione anticontraffazione, sia in funzione promozionale. Lo sticker 4G è composto dall’ologramma della Camera di commercio di Monza e Brianza, studiato specificamente per garantire l’impossibilità di contraffazione, oltre a contenere il codice Bee tagg, che consente l’accesso ai dati tramite smartphone e tablet, e il codice seriale, che assicura l’accesso ai dati dei prodotti attraverso la sezione dedicata del sito internet «Digitally Made in Brianza».

Come funziona? Attraverso la decodificazione dell’Ologramma 4G con tablet e smartphone i prodotti «dialogano» in modalità interattiva e diretta con il consumatore, infatti il QR code presente sullo sticker permette di accedere a tutti i contenuti multimediali relativi al prodotto e all’azienda produttrice. Gli sticker 4G possono essere applicati su qualsiasi supporto, a seconda dei settori e dei prodotti, con diverse modalità: dal posizionamento diretto sul prodotto alla collocazione sul packaging, all’inserimento all’interno dell’imballaggio, all’applicazione sulla scheda-prodotto.

Quali sono i vantaggi per le imprese? I benefici che «Ologramma 4G» porterà alle imprese di Monza e Brianza si misurano su tre diversi livelli: tutela e regolazione del mercato, promozione ed innovazione. «Ologramma 4G» oltre a rendere tracciabili i beni, tutelare il brand dell’azienda e l’unicità dei suoi prodotti, offre una garanzia ai clienti che ancora prima dell’acquisto sono consapevoli di entrare in possesso di un prodotto originale, controllato e sicuro. Dall’altro costituisce un’importante occasione per le imprese di promuovere i loro prodotti ed accrescerne la conoscibilità sia in Italia che all’estero. Inoltre, con Ologramma 4G le aziende potranno innovare il loro modo di comunicare con il cliente, raccontando la propria storia ed il proprio brand con contenuti multimediali.

Il partner e l’ «idea 4G» ArtNetWorth è una società che in ambito artistico si occupa di accrescere il livello di trasparenza ed informazione del mercato dell'arte e di tutelare i consumatori, attraverso il servizio di tracciabilità delle opere, destinato a collezionisti, artisti, gallerie, musei e fondazioni. Per raggiungere tale scopo, la società ha ideato 4G, un innovativo e flessibile sistema di archiviazione digitale di opere d'arte basato sul nuovo hologram sticker, un adesivo anti-rimozione e anti-contraffazione posizionato sul retro dell'opera tracciata e collegato alla relativa scheda tecnica disponibile online.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal