26 ottobre 2021
Aggiornato 21:00
«Come tutte le collezione deve crescere»

All'asta 38 auto della collezione privata del Principe Alberto II

Porsche, Panhard, Maxwell, Bentley ma c'è anche una Fiat 500. L'obiettivo del sovrano monegasco, «particolarmente affezionato a questa collezione di automobili, cominciata dal nonno, principe Pierre», è quello di arricchire la lunga lista di «supercar» con l'acquisizione di nuovi modelli

MONTECARLO - Porsche, Panhard, Maxwell, Bentley. Trentotto auto di lusso o sportive della collezione privata di Alberto II di Monaco, saranno vendute all'asta a Montecarlo. L'obiettivo del sovrano monegasco, «particolarmente affezionato a questa collezione di automobili, cominciata dal nonno, principe Pierre», è quello di arricchire la lunga lista di «supercar» con l'acquisizione di nuovi modelli.

«Come tutte le collezione deve crescere», spiega il responsabile del prezioso «tesoro» a quattro ruote, Philippe Renzini, precisando che una delle ultime arrivate nel museo del Principato è un Alpine Sunbeam blu metallizzata del 1954, identica a quella guidata dalla principessa Grace in «Caccia al ladro» di Alfred Hitchcock.

Collezionisti da tutto il mondo - Per mettere le mani su una delle automobili guidate dalla famiglia Ranieri, sono arrivati nel principato collezionisti da tutto il mondo. La più antica vettura «principesca» messa all'asta è una Berliet C2 Double Phaéton, costruita a Lione nel 1907, la cui base di vendita è fissata tra i 20.000 e 30.000 euro. Ma le tre auto che hanno attirato le attenzioni di ricchi collezionisti russi, statunitensi e arabi, sono una «Bentley S1 Berline», del 1956; une Mercedes Benz 500 del 1983, vettura personale del principe Ranieri, e una Panhard X19 del 1913. Nella lista c'è anche una «Fiat 500» bianca a due porte del 1971, stimata tra 6.000 e 10.000 euro.