19 maggio 2024
Aggiornato 03:00
Borsa Internazionale del Turismo

Si scrive «New BIT», si legge new business

Nuovo concept per BIT 2013: soluzioni mirate per tutti i target di operatori. Tra le novità, 4 macroaree nel settore italy e un business village in the world. Ritornano con molte novità i workshop BIT Buyitaly e BIT Buyclub

MILANO - Sale lo spread? La voglia di viaggiare sale anche di più. Lo dice l’UNWTO - UN World Tourism Organization, che prevede un’estate 2012 «bollente» – e non solo per gli anticicloni. A livello globale, i viaggiatori saranno circa 415 milioni: quasi +40% sull’estate 2011, grazie soprattutto all’outgoing dai Paesi BRICS. E in Italia, secondo numerosi studi, se si investisse maggiormente, il turismo potrebbe valere, con l’indotto, il 20% del PIL contro il 10% circa attuale.

Un mondo di opportunità dove, per far crescere il business, conta ogni singolo incontro. Ogni singola stretta di mano. È la filosofia che guida il nuovo concept di Bit 2013, al quartiere fieramilano a Rho da giovedì 14 a domenica 17 febbraio: un marketplace e una piattaforma relazionale, dove l’Italia vende al mondo e il mondo vende all’Italia, pensato per far incontrare il business con il business, facilitando gli accordi commerciali e la promozione turistica.

«Abbiamo investito molto per mettere a disposizione di tutti i target una pluralità di soluzioni su misura per le diverse esigenze, – spiega Marco Serioli, Direttore Divisione Exhibitions di Fiera Milano, – dai Tour Operator, fondamentali per l’acquisto della ricettività italiana ed estera, agli agenti di viaggi, essenziali per il sell-out dell’offerta. Una strategia che permette di promuovere territori e motivazioni di viaggio, incontrare i Top Buyer internazionali, facilitare la costruzione e promozione di pacchetti e l’offerta di servizi. E senza dimenticare il pubblico, che gli operatori potranno incontrare in momenti e percorsi dedicati, separati da quelli professionali. Bit è molto più di una fiera: è un luogo dove si esprimono le tendenze, un momento di formazione e ascolto, sempre più al centro di un comparto strategico, per il sistema Paese, come il turismo».

Con questa evoluzione, Bit, che dal 1980 è punto di riferimento per l’industria del turismo internazionale, si conferma appuntamento business-to-business per tutti gli operatori e rafforza il suo ruolo di sede ideale per firmare nuovi contratti e incontrare clienti: dei 90 mila visitatori verificati, 60 mila sono visitatori professionali, il 44% dei quali agenti di viaggi. Con 2.000 espositori da 120 Paesi su 86 mila mq, Bit è un luogo dove ricevere nuovi stimoli, conoscere in anticipo le tendenze per il prossimo anno e avere conferma delle scelte di business.

Bit è anche un momento business-to-consumer, che permette di raggiungere un pubblico di Viaggiatori competenti e qualificati, influenzatori molto attivi sui social network: Bit diventa così la manifestazione italiana ideale per generare WOMM (Word-of-Mouth Marketing), fondamentale nelle strategie di buzz marketing e marketing virale. Tra i viaggiatori che, con 30 mila presenze, hanno visitato Bit 2012, il 72% utilizza Internet, social network e forum, il 48% si affida alle agenzie di viaggi e il 23% è attivo nel passaparola. Tra le tipologie di viaggio più richieste, al top sempre le vacanze di mare con il 53%, seguite da cultura e città d’arte con il 41%. Medaglia di bronzo, un po’ a sorpresa, ai viaggi avventura con il 30%, mentre i week-end attirano il 26%.

Cosa cambia, in dettaglio?

Nel settore Italy, il nuovo concetto ottimizza l’esperienza di visita, introducendo
4 macroaree di offerta - enogastronomica, culturale, naturalistica, sportiva - integrate con un’area workshop.

La Tourism Collection diventa un vero e proprio Business Village (pad. 2/4), agevolando il contatto fra player con business affini. Aperto solo agli operatori da giovedì 14 a sabato 16 febbraio, il Business Village farà incontrare Tour Operator, mondo delle crociere, catene alberghiere, vettori aerei, marittimi e ferroviari, noleggi, società di servizi e tecnologie. Un ricco palinsesto di eventi formativi e attività di engagement coinvolgerà agenti di viaggi e operatori. Si riconfermano le sale ADUTEI e Destination, che nell’edizione 2012 hanno registrato un’elevata affluenza.

Novità anche per i due storici workshop di Bit, Bit Buyitaly e Bit Buy Club.

A Bit Buyitaly, il più importante workshop del prodotto Italia, le giornate saranno suddivise per temi – Leisure, Culturale/Enogastronomico, Lusso, MICE/Business Travel – con il primo giorno dedicato agli appuntamenti prefissati agli stand (per le regioni con stand superiore ai 200 mq) e i successivi dedicati agli appuntamenti prefissati all’interno dell’area Buyitaly. Da quest’anno inoltre l’acquisto della tessera Seller non è più vincolato alla partecipazione come Co-espositore. Un’area dedicata alle OLTA (On Line Travel Agencies) consentirà di incontrare i più importanti player del settore.

Bit Buyitaly fa incontrare oltre 2.000 Seller selezionati nell’ambito della ricettività, real estate, tour operating, MICE, trasporti/vettori, con 700 Top Buyer internazionali provenienti da oltre 60 Paesi, con un «occhio di riguardo» per quelli in più forte sviluppo: BRIC (Brasile, Russia India e Cina) e Paesi dell’Est Europa. Un momento di confronto commerciale in ambito esclusivamente professionale, dove gli operatori specializzati nell’incoming Italia potranno accedere direttamente, avvalendosi di un’agenda di appuntamenti prefissati online pre-fiera tramite un avanzato sistema di business matching.

A Bit Buyitaly, «esserci» significa aprire un mondo di opportunità di business, avviando trattative concrete e a breve termine: Bit Buyitaly 2012 ha fatto registrare un 43% di Buyer nuovi e oltre 18 mila appuntamenti. Il 75% degli operatori ha dichiarato di aver chiuso un contratto durante il workshop.

Bit Buy Club dedica un’intera giornata agli operatori dell’associazionismo, che scelgono il turismo per passione, hanno conoscenza diretta del prodotto e influiscono sulle scelte di viaggio dei propri associati. Giunto alla sesta edizione, Il workshop rappresenta un’opportunità esclusiva per sviluppare nuove idee e creare pacchetti turistici destagionalizzati. A Bit Buy Club 150 Seller nazionali e internazionali, selezionati tra Tour Operator, agenzie di viaggi e consorzi di commercializzazione, incontrano 100 Buyer nazionali e internazionali, come circoli ricreativi aziendali (Cral) e dopolavoro, associazioni tematiche, club e gruppi di interesse provenienti da 11 Paesi.

Bit 2013 vedrà anche una forte strategia online, con il rinnovato portale web www.bit.fieramilano.it e la presenza su tutti i principali social network e su YouTube.