24 agosto 2019
Aggiornato 07:30
Il Veneto al 300x100

Oro, argento e tutti i colori del vino!

In occasione dell'evento «Il Veneto al 300x100» di AIS Veneto, Argentoè riscuote grandi consensi con l'esclusiva serie di contenitori in metallo nobile dedicati al servizio e alla degustazione del vino

TREVISO - Oro, argento, ed un castello in collina... Potrebbe sembrare l'ambientazione di una favola, invece è quanto realmente accaduto sabato 10 marzo in occasione del «Il Veneto al 300x100», manifestazione organizzata dall'AIS - Associazione Italiana Sommeliers Veneto, che ha visto la partecipazione straordinaria di Bragagnolo Argenti.
L'evento ha tenuto a battesimo la preziosa serie di decanter Argentoè «Fine Wine Tasting», contenitori realizzati in oro ed argento e dedicati esclusivamente al servizio del vino. Una presentazione che non poteva avere una ambientazione più idonea del Castello di San Salvatore di Susegana (TV), dove si è svolto l'evento dedicato ai migliori vini veneti con 100 cantine e 300 vini in degustazione.

Dopo aver dimostrato l'efficacia dell'argento nella purificazione dell’acqua con il brevetto realizzato nel 2007, Bragagnolo Argenti ha dunque presentato in anteprima la linea di decanter «Fine Wine Tasting». Nell’elegante tranquillità della Sala delle Terrazze, suddiviso in gruppi di 15 degustatori ciascuno, il numerossimo pubblico de «Il Veneto al 300x100» ha così potuto partecipare alle «Prove libere di degustazione», tasting guidato dai Sommelier AIS, dove sono state messe in evidenza tutte le influenze sui meccanismi della degustazione e della percezione sensoriale date dagli speciali decanter in argento e oro. Ogni degustazione ha inoltre analizzato una diversa tipologia di vino, dai bianchi leggeri e fruttati fino ai rossi corposi e barricati.

I risultati ottenuti durante le degustazioni sono stati sorprendenti , confermando come i metalli nobili non alterano le caratteristiche del vino, anzi, possono facilitare il raggiungimento delle ideali condizioni di «apertura» delle sue qualità organolettiche. Si è scoperto così che l’argento è l'ideale materiale per vini bianchi e rossi giovani, mentre l’oro sembra primeggiare con i vini rossi importanti, che richiederebbero lunghe attese per offrire al degustatore tutta la potenza dei loro aromi.
Questa particolare predisposizione è dovuta sia ai metalli nobili che compongono i contenitori, sia alla particolare lavorazione delle caraffe «Fine Wine Tasting», le cui pareti interne sono finemente lavorate con una speciale martellatura che, insieme alle particolari proporzioni del contenitore, creano una sorta di «micromassaggio» del vino… una vera magia alchemica.
Una collaborazione, quella con l'Associazione Italiana Sommelier, in cui Bragagnolo Argenti crede fortemente, per sviluppare una ricerca approfondita che valuti ogni parametro della degustazione in modo serio ed analitico e che continuerà con vini, annate e terroir diversi.

Per informazioni: www.finewinetasting.it e www.bragagnoloargenti.it