20 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Carrara Fiere | Nautica

YARE 2012 consolida la centralità di Viareggio

Presentato il secondo Salone nautico dedicato al refit e all'after sales; si svolgerà dal 26 al 29 aprile e punta a rafforzare il business to business con gli operatori di tutto il mondo

VIAREGGIO - Il successo colto dalla prima edizione di YARE, l’evento nautico internazionale dedicato a tutti i servizi che seguono l'acquisto di uno scafo costituisce il punto di partenza per dare vita ad una seconda edizione che contribuisca a consolidare la centralità di Viareggio nel mondo della nautica ed in particolare nelle attività legate all’assistenza post vendita.
Il Comune di Viareggio e il Comitato promotore di YARE hanno puntato a costruire una sinergia con CarraraFiere che sarà il braccio operativo nell’organizzazione di un evento che, per obiettivi e caratteristiche oltre che per il contesto in cui si svolge, punta a diventare il Salone nautico di riferimento per gli operatori di tutto il mondo.

La seconda edizione di YARE (www.yarexhibition.com) si svolgerà dal 26 al 29 aprile 2012 nell’area compresa fra via Coppino e la Darsena Europa del porto di Viareggio e punta a rafforzare non solo il ruolo di Viareggio come polo della nautica ma a proporsi come l’evento più grande e più completo per gli operatori del settore, dai costruttori alle agenzie di brokeraggio, dai progettisti agli impiantisti, fino agli enti certificatori e alle marine, ma con un’attenzione particolare per i manager, broker e comandanti di grandi yacht presenti nel circuito internazionale.
La città di Viareggio, infatti, oltre ad essere il polo di eccellenza nel sistema produttivo della nautica toscana, rappresenta un punto di riferimento strategico per il settore a livello internazionale grazie al portato storico delle sue aziende, alla professionalità degli operatori e alla qualità dei suoi prodotti che rappresentano l’eccellenza della nautica.
YARE nasce da questa realtà, come evento tecnico unico nel suo genere, che va oltre l’esposizione di imbarcazioni ma che è stato progettato per sostenere e rilanciare il settore sviluppando tutto il potenziale della nautica da diporto viareggina e toscana.

«Oggi presentiamo un evento che già alla prima edizione ha dimostrato di avere grandi potenzialità ed una forte capacità di attrazione per gli operatori italiani e stranieri – ha detto il sindaco di Viareggio Luca Lunardini presentando alla stampa YARE 2012 – come Salone fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale di Viareggio, che si è impegnata, assieme a tutte le realtà istituzionali e produttive, per sostenere in maniera concreta il settore in una congiuntura difficile. La scelta di puntare alle attività di after sales, i servizi necessari dopo la vendita di uno scafo, può rappresentare una risposta strategica perché il refitting di imbarcazioni a vela e a motore può consolidarsi come core business di cantieri come i nostri che sono conosciuti per le loro capacità e per essere tra i meglio organizzati nel panorama internazionale. Registriamo una crescita costante nella richiesta di interventi sugli yacht, che comportano spesso lavori radicali, – ha detto ancora il sindaco di Viareggio – e sappiamo che il ricondizionamento delle imbarcazioni di grande pregio è così complesso da richiedere strutture con altissima specializzazione che è proprio il tratto distintivo della cantieristica viareggina».

YARE si propone come evento di promozione per le aziende impegnate nella filiera del refit, alle agenzie di management, brokeraggio e charter, a surveyor e progettisti, alle agenzie per il reclutamento equipaggi, agli enti certificatori e alle marine, ma anche alle agenzie marittime, mentre si lavora con impegno per promuovere la presenza di capitani e manager di grandi yacht che, unitamente alle maggiori società di brokeraggio, hanno necessità di ampliare le loro conoscenze specifiche sulle aziende e sui servizi che offrono.
Per allargare le capacità di attrazione di YARE si è creata una stretta collaborazione con CarraraFiere che organizza SEATEC, la fiera della tecnologia e della componentistica con l’obiettivo di dare vita ad una sinergia che promuova l’offerta delle aziende che operano nel settore del refit e dei servizi.

«È un impegno che abbiamo assunto perché siamo convinti che ci siano eccellenti prospettive per creare un evento in grado di soddisfare le aspettative di un settore così importante – ha detto Giorgio Bianchini, presidente di CarraraFiere – utilizzando al meglio le conoscenze acquisite per portare a Viareggio visitatori soprattutto di provenienza internazionale e di alto profilo professionale, creando un ambiente positivo. Abbiamo iniziato a lavorare all’edizione 2012 convinti in un contesto di razionalizzazione dei due eventi e siamo certi di poter costruire, con sforzi promozionali ed economici riuniti e rafforzati, due momenti di attrazione nell’area di professionisti che portano business e lavoro in un momento difficile.»

L’impegno dello staff organizzativo che conta sul supporto del Comune di Viareggio, del Comitato promotore presieduto con grande impegno da Vincenzo Poerio del quale fanno parte oltre al Comune, la Provincia di Lucca, la CCIAA di Lucca, l’Unioncamere, l’Associazione Industriali di Lucca, la CNA nautica nazionale, la Confartigianato, Lucca Promos e Toscana Promozione è quello di dare vita ad un evento professionale che possa inserirsi con successo nel settore superyacht, governato quasi esclusivamente dal mondo anglosassone o di cultura anglosassone, con un lavoro di marketing personalizzato e di commercializzazione, per agire sui due fronti quello nazionale e quello internazionale.
«Yare è nato per consentire al settore in collaborazione con altri settori produttivi – ha dichiarato Vincenzo Poerio, presidente del Comitato promotore di iniziare un percorso per supportare lo sviluppo economico dell’industria nautica di cui l’Italia, e la Toscana in particolare, è leader mondiale. Investire nei prossimi anni per garantire servizi e assistenza alle imbarcazioni da diporto permette di attirare nella nostra regione yacht e barche esistenti e future. Il progetto richiede una grande collaborazione da parte di tutti – continua Poerio e l’alleanza tra SEATEC e YARE, attraverso l’organizzazione professionale di CarraraFiere, ne rappresenta un primo passo fondamentale. Sarà però importante non solo il successo in sé della manifestazione, ma la ricaduta positiva in termini lavorativi ed economici sul settore. Le autorità comunali, provinciali e regionali sono state molto ricettive. Ci aspettiamo che questo avvio sia accompagnato da progetti concreti di sviluppo sul territorio, contrastando questo momento di aspra difficoltà e assicurando all’industria un futuro migliore, per ritornare all’economia, ai fatturati e ai successi del passato».

Per raggiungere questo obiettivo patrocinano e supportano YARE, con grande impegno, la Provincia di Lucca, Toscana Promozione assieme alla camera di Commercio di Lucca e alle numerose Associazioni coinvolte in questo grande progetto.
YARE 2012 punterà con decisione ad implementare la presenza di visitatori che appartengono all’area tecnica e decisionale come i comandanti di grandi unità, i broker, le società di gestione dei grandi yacht, i surveyor, i tecnici dei registri internazionali, i rappresentanti degli armatori e gli armatori stessi per avere a Viareggio un pubblico altamente qualificato e professionale, con elevata capacità di decisione e di acquisto.

L’obiettivo strategico è perciò quello di internazionalizzare e rafforzare ulteriormente il sistema delle imprese locali e la loro visibilità con un evento che rappresenti, nello stesso tempo, la continuità con l’edizione precedente in relazione al refitting e alle attività di after sale, ma che punterà decisamente alla realizzazione di momenti di incontro diretto business-to-business tra operatori partendo proprio dalla grande concentrazione di cantieri, imprese e strutture che costituiscono il cuore pulsante della Darsena viareggina.
Per l’importanza che l’evento assume nell’economia di Viareggio e della Versilia l’evento è promosso dalle associazioni provinciali di Assindustria, CNA, Confartigianato e da Lucca Promos .