18 giugno 2019
Aggiornato 09:00
Premio Sua Eccellenza Italia del Gamero Rosso

Carpenè Malvolti, un posto d'onore nell'olimpo dell'enogastronomia italiana

Il nome di Etile Carpenè è stato scritto nell'albo d'oro del Premio Sua Eccellenza Italia tra i personaggi più significativi degli ultimi 25 anni per il suo impegno nella valorizzazione del Conegliano Valdobbiadene DOCG e del Prosecco DOC

ROMA - «A Etile Carpenè, spumantista italiano di successo nel mondo, protagonista della straordinaria affermazione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e del Prosecco DOC nel mondo». Con questa motivazione, il Gambero Rosso ha consegnato ieri sera alla quarta generazione della dinastia più longeva degli spumantisti italiani, Etile Carpenè, il Premio Sua Eccellenza Italia scrivendo ufficialmente il suo nome nell'albo d'oro delle eccellenze italiane più rappresentative degli ultimi 25 anni.

«Scrivere il proprio nome e quello di Carpenè Malvolti tra i più significativi degli ultimi 25 anni in campo enogastronomico è una enorme soddisfazione – ha commentato Etile Carpenè, Presidente della storica casa spumantistica Carpenè Malvolti, – soprattutto se il riconoscimento viene attribuito al nostro costante impegno nell'innovazione, del quale abbiamo fatto uno dei nostri capi saldi. Innovazione che è mai stata stridente con il rispetto della tradizione e che oggi più che mai ci conferma essere un cavallo vincente su cui continuare a puntare anche in futuro. Il segreto che mantiene il nostro marchio tra i leader mondiali della spumantistica è l'essere sempre un passo avanti agli altri, proponendosi come antesignani di un nuovo modo di lavorare capace di esaltare al massimo le qualità eccellenti del prodotto. Ottenere questo riconoscimento in un settore vasto come quello agroalimentare, che vale oltre 170 miliardi di euro equivalente a dieci punti di PIL, ha un valore ancora più forte, se si considera che la wine industry da sola ha un giro d'affari di circa 10 miliardi».

Un riconoscimento dunque a una attività viva e attiva sul territorio da oltre 140 anni e che ha fatto e continua a fare dell'innovazione il proprio cavallo di battaglia, senza perdere mai di vista il rispetto della tradizione tramandata dal capostipite Antonio Carpenè Senior fino all'attuale gestione. Un premio alla sua grande lungimiranza e al suo instancabile spirito innovativo, come si legge nelle restanti righe della motivazione di conferimento del premio: «Il suo successo?L'eccellenza del prodotto, unita a una incessante ricerca del perfezionamento tecnologico». Un premio alle tante idee partorite negli anni per promuovere e valorizzare al massimo quell'eccellenza italiana che è il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.