20 luglio 2024
Aggiornato 15:00
Il combustibile che alimenterà l’economia dell’imminente futuro è sicuramente rinnovabile

Le energie rinnovabili sono il motore per il futuro

Nell’ambito di ZeroEmission Rome 2011, la manifestazione fieristica delle energie rinnovabili, dal 14 al 16 settembre presso la Fiera di Roma, si svolgerà un’ampia sessione di conferenze che animeranno il dibattito sullo sviluppo delle energie rinnovabili in Italia

ROMA - Il combustibile che alimenterà l’economia dell’imminente futuro è sicuramente rinnovabile. Più che una scelta, si tratta di una necessità. La popolazione mondiale è in costante crescita e non è possibile proiettare i consumi attuali su una fascia di persone sempre più ampia, in quanto le risorse energetiche che attualmente stiamo sfruttando non sono rinnovabili. Secondo quanto emerge dal rapporto 2010-2011, realizzato da Aper, l’associazione produttori di energia da fonti rinnovabili, lo scorso anno il fabbisogno lordo di energia elettrica (pari a 326 TWh) è stato soddisfatto attraverso la produzione di energia da fonte rinnovabile per 75 TWh circa, dei quali oltre 40 TWh provenienti dal cosiddetto «idroelettrico storico» non più facilmente espandibile.

In questo contesto, un ruolo sempre più importante lo svolgerà il settore fotovoltaico anche in considerazione del fatto che, come emerge da un recente rapporto di Epia, l’associazione europea del comparto, nei prossimi dieci anni i prezzi dei sistemi fotovoltaici dovrebbero calare di circa il 40 per cento, con un conseguente dimezzamento del costo dell’elettricità. Con adeguate politiche di investimento le energie rinnovabili rappresentano, quindi, un’incredibile opportunità di sviluppo, occupazione, ricerca e indipendenza energetica.

A questo scopo la macchina delle energie rinnovabili è già partita; a confermare questa tendenza sono tutti gli attori: le aziende, gli istituti di credito e la gente comune che sta cambiando pian piano abitudini e consumi. Su questi temi, si confronteranno a ZeroEmission Rome 2011, i diversi protagonisti. Tra i numerosi eventi, che si alterneranno dal 14 al 16 settembre nella Fiera di Roma, segnaliamo alcuni importanti convegni che animeranno il dibattito.

Mercoledì, 14 settembre 2011
14.30- 18.00 «Supply chain delle rinnovabili: scenari e sfide-nuovi materiali, nuovi processi e nuove soluzioni tecnologiche». La sessione dei lavori sarà introdotta da Filippo Levati, presidente del Comitato IFI (Industrie Fotovoltaiche Italiane); seguiranno gli interventi di importanti esponenti del settore:
- Anguel Beremliysky (Commissione europea, rappresentanza in Italia) che affronterà il tema su «le materie prime per le rinnovabili: mercati e strategie europee»;
-Anna De Lillo (ENEA Casaccia) interviene su «Supply chain delle rinnovabili: nuove soluzioni tecnologiche»;
-Filippo Levati (IFI) relaziona su «l’industria del fotovoltaico in Italia: un nuovo strumento di competitività globale per il sistema Paese»;
-Alfonso Damiano (Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica) parla de «la filiera fotovoltaica e le varie tipologie di pannelli fotovoltaici»;
-Ugo Bardi (Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Chimica-ASPO Italia) che delineerà l’ «approvvigionamento delle materie prime per l’economia verde:un quadro generale»;
-Davide Lapomarda (Raysolar) che esporrà «una soluzione tecnologica per abbattere ulteriormente il costo di moduli di silicio»;
-Marco Carta (AGICI) espone «la filiera italiana dell’eolico: opportunità e criticità»;
-Vittorio Regis (EVALUE) propone «un materiale della «green economy»: il litio;
-Stefano Eleuteri (Photon Italia) chiude con il «fotovoltaico italiano: valore aggiunto o solo filiera «compradora»?».

Venerdì, 16 settembre 2011
10.30-12.45 «La finanza verde: l’impegno degli istituti di credito per l’ambiente». Il convegno sarà moderato da Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli dello studio Grimaldi e Associati. Sono previsti gli interventi di:
- Stefano Cassella (WestLB),
-Monica Foschi (Unicredit),
-Lorenzo Fidato (Centrobanca, Gruppo UBI),
-Guido Paci di MPS Capital Service che relazionerà su «il finanziamento dei progetti eolici nell’attuale contesto di mercato»,
-Maurizio Longini (BIIS)
-Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli a cui è affidata la chiusura dei lavori.

Venerdì 16 settembre 2011
10.00 «Le città solari: rinnovabili, bioedilizia e smart cities, la sfida della nuova economia» promosso dalla Fondazione Univerde. In occasione del convegno sarà presentato il V Rapporto ‘Gli italiani e il solare’ di IPR Marketing / Fondazione UniVerde con un focus sulla bioedilizia. Interverranno Alfonso Pecoraro Scanio (presidente Fondazione UniVerde), Marco Pinetti (presidente ZeroEmission), Antonio Noto (direttore Ipr Marketing), Luigi Carbone (componente Autorità per l'energia e il gas), Mario Cucinella (Architetto), Livio De Santoli (Direttore CITERA - Sapienza, Università di Roma). Moderatrice del convegno sarà Elisabetta Guidobaldi (Ansa). Al convegno interverranno inoltre rappresentanti di importanti aziende che illustreranno esperienze positive di ‘Green Economy’: Fabio Patti (amministratore delegato Yingli Green Energy Italia), Gianluca Foschini (direttore Ingegneria Otis Italia), Roberto Laferla (amministratore unico Security Sistems Italia), Roberto Longo (presidente Blu Mini Power), Davide Maccarinelli (presidente Gruppo Maccarinelli & Cioffi), Alessandro Rocca (direttore tecnico e progettista Valle Giulia).