4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
Nel settore industriale tengono ancora i prezzi dei capannoni

C’è voglia di casa in Brianza… meglio se nel verde e certificata

In aumento il numero delle transazioni a Monza (+0,5% in un anno), ancor più marcato in provincia (+3,6% rispetto al 2009). Contrazione contenuta dei prezzi nel residenziale

MONZA - C’è voglia di casa in Brianza: meglio se nel verde e certificata. Tra gli indicatori confortanti, seppure il mercato non sia ancora uscito dalla difficile congiuntura, si registra il numero delle compravendite: in aumento a Monza di +0,5% e in Brianza +3,6%, anche se quest’ultimo dato è comprensivo di compravendite chiuse gli scorsi anni ma registrate oggi. I prezzi complessivamente, anche se rallenta la discesa, nel residenziale si contraggono mediamente sia in città che in provincia: scendono, infatti, del -1,6% in sei mesi i prezzi delle abitazioni a Monza con un costo medio di 2.255 Euro/mq mentre il resto della Brianza registra una contrazione semestrale di -0,5% con un costo medio di 1.457 Euro/mq. Il prodotto «nuovo» tiene di più, meglio se «innovativo» dal punto di vista della sostenibilità energetica. Le quotazioni degli appartamenti nuovi a Monza, infatti, registrano -0,8% contro il -1,8% e il -2,3% registrato rispettivamente da appartamenti recenti e vecchi. Il «nuovo» rappresenta il 20% del totale delle compravendite. La Brianza segue il medesimo trend: gli immobili nuovi registrano +0,4% in sei mesi, contro -0,8% e -1% per i recenti e per i vecchi. Il verde rappresenta ancora un elemento di forte appeal per chi acquista casa: è, infatti, la Brianza del caratese a presentare la migliore variazione media semestrale per i prezzi degli appartamenti di +0,3%. Il vimercatese delle infrastrutture presenta una variazione media semestrale per i prezzi degli appartamenti di -1,8%, mentre l’area del cesanese-desiano ha registrato -0,1%. Il caratese è anche l’area in cui si riscontra una variazione annuale positiva di compravendite (+2%): il verde «paga», dunque, sia in termini di numero di compravendite che di tenuta di prezzi. Scendono i canoni di locazione a Monza (-3,8% in 6 mesi; il canone medio per un appartamento di oltre 70 metri quadri non arredati è di 69 Euro/mq), salgono in Brianza (+1,8% in 6 mesi) mentre i rendimenti annui si attestano sul 3,2% in città e 3,7% in Brianza. Nel segmento industriale il prezzo medio per i capannoni in 6 mesi a Monza -0,3% per i nuovi, per i vecchi -0,8%, mentre in Brianza resta invariato in sei mesi il nuovo e il vecchio registra -0,6% (-0,3% e -1% in un anno). La contrazione del valore dei terreni residenziali a Monza (-2,1% in sei mesi, -4,6% in un anno) prosegue anche se si fa più contenuta. A Monza città i prezzi più alti nel residenziale si registrano nel centro storico (3.594 Euro/mq, in sei mesi -0,7%) e nella zona Parco–Villa Reale (3.029 Euro/mq, -0,8% in sei mesi). In provincia i prezzi medi più alti si registrano nel vimercatese (1.542 Euro/mq) e nel «caratese» (1.458 Euro/mq). Sono alcuni dei dati che emergono dalla «Rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Monza e Brianza» sul I semestre 2011, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con Fimaa Milano e Borsa Immobiliare, presentata oggi presso la sede della Camera di commercio di Monza e Brianza.

«Seppure il mercato immobiliare presenti ancora segnali di difficoltà, – ha dichiarato Mauro Danielli, Presidente dell’Osservatorio degli immobili e del territorio della Camera di commercio di Monza e Brianza- registriamo con interesse la crescita nell’ultimo anno delle compravendite, specialmente in Provincia, dove tengono i prezzi soprattutto del prodotto nuovo, che sia anche innovativo dal punto di vista della sostenibilità energetica. Il territorio per il suo connubio con il verde, ancora premiante, è un fattore di attrazione crescente per giovani coppie e famiglie: la nostra sfida è fare sistema per rafforzare il territorio da un punto di vista infrastrutturale, e per renderlo quindi accessibile e ben integrato con i poli gravitazionali della nostra economia.»

«La locazione residenziale continua a rappresentare per molti - in questa contingenza di mercato – la risposta più frequente ad esigenze abitative di ogni natura - ha dichiarato Giulio Carpinelli, coordinatore Fimaa Milano per la Rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Monza e Brianza - La parola d’ordine è risparmiare: in un mercato con attori più maturi, consapevoli delle proprie responsabilità e attenti alle reciproche esigenze, ad una categoria di proprietari più disposti a negoziare i canoni richiesti si contrappone un inquilinato più prudente ed informato, che prima di scegliere, pone molta attenzione anche ai costi di gestione ordinaria dell’appartamento da prendere in locazione e la sua vicinanza ai servizi richiesti.»

Il mercato residenziale a Monza… - Nel Comune capoluogo della provincia lombarda il costo medio di un appartamento al I semestre 2011 è di 2.255 Euro/mq, (-1,6% in sei mesi, -1,9% in un anno). Tengono maggiormente i prezzi degli immobili nuovi (-0,8% in sei mesi, -0,8% in un anno). Tra i quartieri della città i prezzi più alti si registrano nel centro storico (3.594 Euro/mq, -0,7% in sei mesi) e nella zona Parco–Villa Reale (3.029 Euro/mq, -0,8% in sei mesi). Scendono i canoni di locazione a Monza (-3,8% in 6 mesi; il canone medio per un appartamento di oltre 70 metri quadri non arredati è di 69 Euro/mq).

… e in provincia - Il costo medio per un appartamento in Brianza al I semestre 2011 è di 1.457 Euro/mq, (-0,5% in sei mesi, -1,2% in un anno). Nei Comuni del vimercatese il medesimo valore sale in media a 1.542 Euro/mq, scende nella Brianza caratese a 1.458 Euro/mq e nella zona del cesanese-desiano a 1.373 Euro/mq. Come per la città di Monza, anche in provincia mediamente tengono maggiormente i prezzi degli immobili nuovi (+0,4% in sei mesi e +0,3% in un anno). In Brianza i Comuni dove si registrano i prezzi medi più elevati sono Brugherio (2.099 Euro/mq), Vimercate (2.092 Euro/mq), Vedano al Lambro (1.994 Euro/mq), Villasanta (1.744 Euro/mq). Comprar casa è più conveniente a Ceriano Laghetto (1.210 Euro/mq), Cogliate (1.242 Euro/mq) e Misinto (1.252 Euro/mq). E per chi sceglie l’affitto il canone di locazione medio registrato per un appartamento di oltre 70 mq non arredato è di 74 Euro/mq nel vimercatese, 77 Euro/mq nel caratese, 70 Euro/mq nel cesanese-desiano.

I capannoni a Monza e in Brianza - Nel segmento industriale, il prezzo medio per i capannoni industriali di oltre 20 anni a Monza è 857 Euro/mq, sale a 1.171 per i nuovi, -0,3% in sei mesi. E in provincia il prezzo medio per i capannoni nuovi si attesta a 927 Euro/mq (nessuna variazione in sei mesi), scende di poco anche il valore di quelli vecchi (664 Euro/mq, -0,6% in sei mesi).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal