31 maggio 2020
Aggiornato 18:30
Industria alimentare

Agrifood Abruzzo-Covalpa dice no agli ogm

E rivendica per i suoi prodotti l’utilizzo di ingredienti italiani, garantiti dalla tracciabilità totale di filiera

BRESCIA - Agrifood Abruzzo-Covalpa, il gruppo alimentare specializzato nella lavorazione e vendita di surgelati vegetali dal 1989, ribadisce il proprio impegno nella valorizzazione delle colture italiane, garantite dal rigoroso controllo di filiera, da una politica totalmente restrittiva nei confronti dell’utilizzo di sementi e ingredienti biotecnologici e difese dall’omologazione e dalla delocalizzazione territoriale. Al proposito rivendica il suo logo «NO OGM – 100% NATURA» che, applicato a tutti i suoi prodotti, assicura produzioni libere da organismi geneticamente modificati.

Quello di Agrifood Abruzzo-Covalpa, che ha nell’altopiano del Fucino in Abruzzo la sua principale fonte di approvvigionamento di vegetali, è un netto «no» alle colture OGM che si contrappone alla recente autorizzazione della Commissione Europea alla coltivazione di Amflora, la patata geneticamente modificata.

L’opposizione al biotech da parte di Agrifood Abruzzo-Covalpa è una scelta aziendale non tanto ideologica, quanto rispondente ad un vero e proprio bisogno che si riscontra tra i consumatori, i quali chiedono sempre più alimenti sicuri, di qualità e con un forte legame con il territorio. Basti citare il recente rapporto di Eurobarometro che dimostra come molte persone in Europa - in Italia in percentuale maggiore - considerano gli OGM un potenziale pericolo per la salute, in quanto la modificazione genetica di piante ad uso alimentare potrebbe comportare l’introduzione nella filiera di prodotti con potenziali effetti collaterali non del tutto prevedibili.

L’impegno contro gli OGM del gruppo alimentare Agrifood-Covalpa si sostanzia in:
• Salvaguardia del principio di precauzione e di sicurezza alimentare.
• Valorizzazione di un tipo di agricoltura diversificata e legata alla cultura delle realtà rurali italiane.
• Controllo della provenienza delle sementi.
• Analisi su ciascuna fase della produzione.
• Attribuzione di garanzie agli agricoltori, fornitori e soci del Consorzio Covalpa.

La responsabilità assunta da Agrifood-Covalpa nei confronti del valore «OGM Free» trova una valida rispondenza nell’anno in corso che l’ONU ha dichiarato «Anno Internazionale della Biodiversità»: nel 2010 il mondo è chiamato a salvaguardare la varietà delle specie del pianeta e con essa la diversità dei geni e delle caratteristiche fisiologiche di ogni organismo.

Dalla sua costituzione ad oggi, infatti, il gruppo alimentare ha dato una chiara impronta alla sua mission, garantendo che ogni coltura proveniente dall’altopiano del Fucino sia la massima espressione della cultura agricola locale, vale a dire che sia ottenuta con un processo di lavorazione che rispetta le tradizioni autoctone e al contempo ottempera i più alti standard di sicurezza e qualitativi.

Così facendo Agrifood Abruzzo-Covalpa contribuisce a preservare la ricchezza che popola la terra e, evitando il ricorso alle biotecnologie negli alimenti, tutela il benessere delle generazioni presenti e future.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal