25 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Nasce la «Pizza Stg»

Bruxelles approva la pizza napoletana doc

Il comitato UE di gestione per le indicazioni geografiche approva la proposta della Commissione europea

BRUXELLES - Pizza napoletana doc: nella riunione di oggi a Bruxelles, il Comitato Ue di gestione per le indicazioni geografiche ha approvato la proposta della Commissione europea di attribuire alla pizza cosiddetta «margherita» (pomodoro e mozzarella) la denominazione «Specialità tradizionale garantita» (Stg).
Il consumatore avrà la garanzia che la «pizza napoletana Stg» verrà prodotta secondo la tradizione partenopea. La denominazione, tuttavia, non riguarda il luogo di produzione, ma solo le caratteristiche e procedimenti di lavorazione e i suoi ingredienti, da Napoli a Berlino.

SODDISFATTO IL MINISTRO ZAIA - Ieri il ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia aveva accolto come un grande successo italiano l'annunciata decisione di Bruxelles. Gli ingredienti della pizza napoletana «stg» (che in Italia viene detta «Margherita» in onore della regina moglie di Umberto I cui piacque durante una visita a Napoli) dovranno essere farina di grano tenero, lievito, olio extra vergine di oliva, pomodori San Marzano e mozzarella fresca di latte vaccino o di latte di bufala (niente 'pasta filante')