16 novembre 2019
Aggiornato 02:00
Economica. Commercio

La Cidec sollecita approvazione «legge outlet»

E’ quanto sollecita in una nota il presidente nazionale della Confederazione Italiana dei Commercianti (CIDEC), Agostino Goldin

ROMA - Subito una legge sulla regolamentazione degli outlet. E’ quanto sollecita in una nota il presidente nazionale della Confederazione Italiana dei Commercianti (CIDEC), Agostino Goldin. «C’è molta confusione, e in un quadro così deregolamentato si stanno sviluppando forme di pubblicità ingannevoli che disorientano i consumatori e creano turbative nel mercato».

Gli outlet in Italia sono oltre ventimila. Inizialmente sono nati per vendere merce «stoccata», prodotti di marche famose invenduti o con difetti di produzione. Invece, nella maggior parte dei casi, si tratta di normalissimi negozi di abbigliamento, e la denominazione viene usata per attrarre con l’inganno i consumatori.

«È evidente la preoccupazione emersa tra gli operatori del commercio per il fenomeno degli outlet – continua Goldin - i grandi centri commerciali svendono articoli di abbigliamento scadenti e invenduti con sconti fino al 70 per cento e con tale politica di mercato stanno azzerando pericolosamente il sistema tradizionale della vendita al dettaglio. Il primo a essere beffato è il consumatore, che si reca nelle «cattedrali» dello sconto con l'illusione di risparmiare. In realtà acquista merce fuori moda e molto spesso articoli d'importazione invenduti nel mercato europeo e che arrivano nel nostro sistema di distribuzione a prezzi stracciatissimi».

La CIDEC chiede da tempo al Governo di approvare la proposta di legge – primo firmatario l’on. Antonio Mazzocchi – in modo da evitare che la denominazione «outlet» venga usata impropriamente e possa in questo modo generare confusione nel consumatore e determinare all'interno del mercato fenomeni di distorsione della concorrenza.