26 maggio 2020
Aggiornato 03:00
Dinamiche degli insediamenti e delle imprese al I semestre 2009

Imprese commercio Verbano: -0,4% nel primo semestre

L'analisi è stata condotta sulla base dei dati di fonte Infocamere disponibili nel Registro Imprese

VERBANIA - Il totale degli insediamenti commerciali operativi alla fine del primo semestre 2009 nella provincia del Verbano Cusio Ossola ammontano a 4.478 unità, di cui 2.824 nel solo commercio al dettaglio (63% del totale).
Per quanto riguarda la dinamica dello stock degli insediamenti commerciali non si registrano variazioni rispetto alla fine del 2008. Il risultato è influenzato dall'andamento costante delle imprese nel settore del commercio all'ingrosso e quello di autoveicoli e riparazioni, mentre il «dettaglio» registra una flessione dello 0,4% in valore assoluto -11 imprese rispetto alla fine del 2008.
L'analisi è stata condotta sulla base dei dati di fonte Infocamere disponibili nel Registro Imprese.

Sintesi delle tendenze
Il dato provinciale è in linea con quello nazionale e regionale, dove vengono registrate flessioni delle imprese operanti nel commercio al dettaglio, -0,2% nei primi sei mesi di quest'anno rispetto al dato di fine 2008. Analizzando l'andamento degli ultimi tre anni degli insediamenti commerciali nel loro complesso si registrano variazioni negative, -3,6% la variazione tra l'anno 2008/2006 (-168 imprese) e -0,6% quella tra dicembre 2007 e 2008 (-28 unità la seconda).
Il dato è in controtendenza rispetto al resto del paese dove si riportavano variazioni positive del numero di imprese, seppur non superiori allo 0,4%. La mancata crescita dello stock di imprese nel comparto commerciale è trainata dall'andamento del commercio al dettaglio, in calo del 5% tra l'anno 2008 e 2006 (-150 imprese) e del 1,2% tra il 2007 e 2008 (-33 unità in valore assoluto). Le imprese e unità locali nel settore del commercio al dettaglio iscritte al 30 giugno 2009 nel nostro registro imprese sono pari a 2.824, il 3,6% del totale piemontese. In ambito regionale la nostra provincia si posiziona al primo posto per peso percentuale del commercio al dettaglio sul totale delle imprese commerciali (63%), seguita da Vercelli (60%), Asti (56,4%), Novara (55,8%). La media regionale è fissa a 55,5%, mentre quella nazionale al 57%.
Il forte peso percentuale delle attività nel commercio al dettaglio in provincia accentua le conseguenze negative della flessione dello stock registrata negli ultimi tre anni nel VCO.
All'interno del rapporto completo sono presenti dettagli relativi alla dinamica delle specializzazioni nel comparto alimentare, cosmetici e farmaceutici, abbigliamento e articoli per la casa.

Le dinamiche delle imprese individuali nel commercio al dettaglio
Nell'esaminare la dinamica delle sole imprese individuali nell'insieme delle attività del commercio al dettaglio per l'intera provincia, va ricordato che al 30 giugno 2009 esse rappresentano il 70% del totale delle sedi di impresa registrate nel settore del commercio al dettaglio.
In sintesi si rileva nei primi sei mesi dell'anno una diminuzione delle imprese dello 0,5% come conseguenza di un calo in valore assoluto di 7 imprese (1.469 unità alla fine del 2008 contro 1.454 a giugno di quest'anno. Il risultato della nostra provincia (-0,5%) è «migliore» della performance nazionale (-0,7%) ma non di quella piemontese (-0,2%). Analizzando però l'andamento nei primi sei mesi dell'anno delle altre province piemontesi si nota come solo Alessandria (-0,3%) Torino e Vercelli (+0,1%) abbiano una performance migliore della nostra.

La variazione dello stock delle imprese individuali nel commercio ad dettaglio nel VCO, su base semestrale, è in costante flessione dal 2006, quasi 90 imprese individuali in meno rispetto ai primi sei mesi di quest'anno.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal