23 ottobre 2019
Aggiornato 04:30
Contraffazione

Gdf sequestra magliette false Champions League

Il laboratorio individuato, gestito da soggetti italiani, aveva impiantato una vera e propria bottega del falso

ROMA - Una serigrafia dove venivano stampati capi di abbigliamento con il marchio della Uefa Champions League illecitamente riprodotto è stata scoperta dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma, nel quadro delle iniziative coordinate dal ministero dell'Interno, per garantire la sicurezza della finale di Champions League.

Il titolare, sorpreso nel locale nella zona sud-est di Roma dal Nucleo Polizia Tributaria mentre stampava numerose magliette, è stato denunciato con l'accusa di contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell'ingegno o di prodotti industriali. Sequestrati anche 13 telai.

Il laboratorio individuato, gestito da soggetti italiani, seppure autorizzato alla riproduzione di capi di abbigliamento con alcuni marchi delle più note griffe dell'alta moda, aveva impiantato una vera e propria bottega del falso, costruendo artigianalmente telai per la stampa del logo della Uefa Champions League. Nel corso di altri interventi eseguiti presso esercizi commerciali della Capitale, le Fiamme Gialle del Gruppo Pronto Impiego Roma hanno sequestrato, inoltre, soprattutto nella zona dell'Esquilino, circa 8000 magliette contraffatte dei team che disputeranno la finale di Champions, denunciando 28 persone.