21 aprile 2024
Aggiornato 23:00
Commercio

Di Mauro: «Ribadisco la mia disponibilità ai panificatori nisseni»

«Ma, senza una richiesta formale e motivata, l’amministrazione non può fare nulla»

PALERMO – «Non posso fare altro che ribadire la mia disponibilità a valutare particolari necessità che meritano la dovuta attenzione in merito agli orari e alle giornate festive di vendita del pane, ed eventualmente, se possibile, intervenire nella stessa finanziaria in corso. Ma, senza una richiesta formale e motivata, l’amministrazione non può fare nulla, ed è tenuta obbligatoriamente a sgombrare difformità di applicazione della legge da parte dei comuni e a farla osservare».

Con queste parole l’assessore regionale al Commercio invita le associazioni di categoria a rappresentare formalmente, nella sede opportuna, le istanze di disagio dei panificatori nisseni.

«Da giorni, invece, nonostante abbia pubblicamente dato la mia disponibilità, - aggiunge Di Mauro - continuo ad assistere a proteste, attraverso la stampa, dei panificatori nisseni e di alcuni rappresentanti di categoria, che non hanno, però, inviato nessuna richiesta su cui poter lavorare per un eventuale provvedimento».

La circolare emanata dall’assessore al Commercio chiarisce semplicemente che i panificatori rientrano nella categoria degli artigiani (legge 28 del 1999), e, in quanto tali, non sono tenuti ad osservare gli orari e i giorni come le altre categorie commerciali.