2 agosto 2021
Aggiornato 07:00
General Motors è sull'orlo del baratro

Auto, GM alla Sec: Dubbi sostanziali su continuità aziendale

In una nota alla Sec, la Consob americana, Gm ammette ufficialmente la possibilità di avviare la procedura di bancarotta, ricorrendo al Capitolo 11

DETROIT - General Motors è sull'orlo del baratro. Il colosso dell'auto di Detroit ha sollevato «dubbi sostanziali» sul «going concern» dell'azienda, cioè sulla capacità di garantire la sua «continuità». In una nota alla Sec, la Consob americana, Gm ammette ufficialmente la possibilità di avviare la procedura di bancarotta, ricorrendo al Capitolo 11, la legge statunitense che garantisce la protezione dei creditori, nel caso in cui non sia possibile riorganizzare le sue attività e finanziare i debiti.

La società indipendente di revisione contabile che lavora per General Motors, la Deloitte & Touche LLP, nel suo rapporto annuale diffuso oggi, ha presentato un parere sui bilanci consolidati dove attesta - spiega Gm nel documento inviato alla Sec - che «gli stessi bilanci sono stati preparati sulla base del presupposto della nostra continuità aziendale».

Il rapporto dei revisori indicherebbe d'altronde, riferisce il gruppo, che «le nostre continue perdite operative, il depauperamento del capitale e l'incapacità di generare sufficiente flusso di cassa per far fronte ai nostri obblighi sollevano dubbi sostanziali sulla nostra capacità di garantire la continuità aziendale».