18 settembre 2020
Aggiornato 19:00
Mi illumino di meno

Giornata del risparmio energetico

Venerdì 13 la Liguria a Caterpillar (Radio 2) , in arrivo nuove norme su illuminazione pubblica

GENOVA - Ancora una volta la Regione Liguria, le Capitanerie di Porto e molti comuni liguri aderiscono a «M'illumino di meno«, la giornata nazionale del risparmio energetico, oggi alla quinta edizione, lanciata dalla trasmissione Caterpillar, in onda su Radiodue.
Venerdì 13 febbraio, quinta giornata del risparmi energetico, la diretta di Caterpillar dalle 17 alle 18.

La Regione Liguria aderisce all'iniziativa estendendo l'invito ai comuni e alle istituzioni presenti del territorio e anticipando la imminente approvazione di un regolamento sul risparmio energetico nel campo dell'illuminazione pubblica e privata.
Il provvedimento regionale coinciderà con il 2009, dichiarato «Anno del Clima». Obiettivo: puntare alla massima efficienza energetica nell'illuminazione delle strade, delle piazze, dei monumenti garantendo la sicurezza ai cittadini col minimo consumo di energia.

Ne beneficeranno anche gli operatori degli osservatori astronomici i quali, giustamente, lamentano il fatto che la visione notturna della volta celeste è enormemente compromessa dalla riflessione verso l'alto delle luci delle città. Luci che vanno verso l'alto, non servono a nessuno ma si pagano.
Molte regioni hanno già affrontato il problema con regolamenti che puntano al massimo risparmio energetico, alla ottimizzazione degli impianti d'illuminazione, all'utilizzo di lampade di ultima generazione che presentano efficienze energetiche di gran lunga superiori di quelle delle lampade tradizionali.
«Spegnere le luci anche solo per dieci minuti serve per far riflettere amministrazioni e cittadini sulle possibilità concrete che il risparmio energetico offre per superare i problemi energetici e di emissioni inquinanti che affliggono il nostro pianeta», spiega Franco Zunino, assessore regionale all'Ambiente. Da quest'anno, con la prossima approvazione del regolamento, ci aspettiamo un salto di qualità tutto l'anno.

Una svolta importante e difficile in quanto implica, in molti casi, la sostituzione di molte lampade ormai obsolete. I tecnici confermano però, che le nuove lampade ad alta efficienza si ripagano assicurando un minor consumo elettrico ed una maggiore durata nel tempo.
Inoltre, per migliorare l'efficienza energetica e l'utilizzo di energia da fonte rinnovabile, da parte della Regione Liguria saranno pubblicati due bandi di finanziamento ad hoc. Uno, con disponibilità di 10 milioni di euro per le imprese e uno, con disponibilità di 4 milioni di euro per gli enti pubblici. Previsti anche un bando di 5 milioni di euro destinato ai comuni con problemi di inquinamento atmosferico e uno, di un milione, destinato ai parchi liguri. Due provvedimenti che completano il panorama di finanziamenti per contribuire a raggiungere gli ambiziosi obiettivi stabiliti dall'accordo di Kyoto e dall'Unione Europea.