4 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Per una positiva conclusione della trattativa

Porto Marghera, Cisl: «Intervenga Governo»

Lo ha dichiarato la segretaria della cisl regionale veneto, Franca Porto a seguito dell'incontro, tuttora in corso a Roma tra Ineos, Sartor ed ENI con il Ministero dello Sviluppo Economico

«Il Governo e il Ministro Scajola devono intervenire con determinazione nei confronti di Eni ed Ineos, affinché queste due aziende superino le differenze che ancora ci sono, dando quelle garanzie che contribuiscano ad una positiva conclusione della trattativa in corso per la cessione degli impianti della filiera del cloro a imprenditori in grado di dare piena applicazione al protocollo per la chimica di Porto Marghera del 14.12.2006».

Lo ha dichiarato la segretaria della cisl regionale veneto, Franca Porto a seguito dell'incontro, tuttora in corso a Roma tra Ineos, Sartor ed ENI con il Ministero dello Sviluppo Economico, sulla vertenza Chimica- Portomarghera.

Tavolo nazionale per la chimica - «Questa soluzione -prosegue- è infatti la più utile a rilanciare Porto Marghera, oltre all'intero comparto chimico nazionale e permetterebbe anche di evitare migliaia di esuberi. Non più rinviabile è, poi, la convocazione del Tavolo nazionale per la chimica, per determinare gli interventi da mettere in campo a sostegno di questo settore, come già fatto in altre realtà territoriali importanti».

Ruolo dell'ENI - «A questo proposito -conclude Franca Porto- è necessario precisare il ruolo che l'Eni deve avere dentro il piano industriale di settore. Un piano che, oltre ad affrontare il tema del rilancio della chimica italiana, sostenga anche le filiere industriali, attui gli accordi di programma, intervenga sul versante dei servizi e delle infrastrutture, partendo dal costo dell'energia elettrica e delle bonifiche, quali elementi utili a favorire lo sviluppo locale e dei poli industriali».
L'azione del governo deve essere conseguente e coerente con quanto ripetuto e sottolineato, anche nei giorni scorsi, dal ministro Scaiola: il settore chimico è settore strategico per il paese.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal