19 settembre 2020
Aggiornato 04:00
Politiche sostenibile

Cgil aderisce a giornata «M’illumino di meno»

L’iniziativa promossa per il quinto anno consecutivo da Caterpillar, il programma di Radio Rai 2, in programma venerdì 13 febbraio

ROMA - La Cgil aderisce a ‘M’illumino di meno’, l’iniziativa promossa per il quinto anno consecutivo da Caterpillar, il programma di Radio Rai 2, in programma venerdì 13 febbraio. «Così come per le passate edizioni - dice Paola Agnello Modica, segretaria confederale dell’organizzazione - anche quest’anno la Cgil non farà mancare il suo contributo a quella che è una grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio e della promozione dell’efficienza energetica come una delle soluzioni per ridurre l’impatto sull’ambiente riducendo gli sprechi».

La Cgil, ricorda Agnello, «ha fatto della sostenibilità, declinata in tutte le sue accezioni, uno degli elementi fondanti della sua iniziativa, sia sul versante delle politiche produttive e contrattuali, sia su quello del risparmio e dell’efficienza energetica e ambientale». Così come, continua, «è impegnata nel promuovere la settimana della ‘Mobilità Sostenibile’, promossa annualmente dall’Unione europea, attraverso iniziative sul territorio, con il coinvolgimento degli enti locali, con l’obiettivo di rendere i centri urbani più vivibili attraverso la promozione dell’utilizzo dei mezzi pubblici a discapito delle auto private».

«Siamo inoltre stati, e siamo tutt’ora, in prima linea - aggiunge la sindacalista - nel difendere le ragioni dell’Europa nello sforzo di determinare gli obiettivi del pacchetto 20-20-20. E siamo i promotori della proposta che mira allo smantellamento di 2,5 miliardi di metri quadri di tetti di eternit, sostituendoli con pannelli fotovoltaici». Inoltre, spiega Agnello Modica, «all’interno della nostra organizzazione, dopo l’approvazione nel 2007 del pacchetto sugli incentivi per l’efficienza e il risparmio energetico, abbiamo promosso il ‘Progetto Energia’, destinato alle nostre strutture per una informazione e divulgazione delle opportunità previste dalla legislazione».

Il sindacato di Corso d’Italia è da anni impegnato, a partire dalla sede nazionale fino alle più piccole camere del lavoro, nella raccolta differenziata in tutte le sue declinazioni (carta, plastica, cartucce per stampanti, e altro). Ma, soprattutto, la Cgil ha deciso la realizzazione di un impianto fotovoltaico nella sua sede nazionale per la produzione di energia pulita. Così come altre strutture dell’ organizzazione si stanno attrezzando per dotarsi di impianti di alimentazione da fonti rinnovabili. Per la giornata del 13 febbraio nella sede della Cgil Nazionale verranno spenti tutti i dispositivi elettrici non indispensabili a partire dalle 18 e si inviteranno tutte le sue strutture a fare lo stesso, «nella consapevolezza - conclude Agnello - non solo dell’importanza simbolica della data ma per dimostrare che il risparmio energetico è possibile e percorribile tutti i giorni».