17 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Assistenza sociale

Bonus famiglie: pronti i modelli per la richiesta del beneficio. L’autocertificazione per la richiesta

Varia dai 200 ai 1000 euro in considerazione del reddito e dei componenti il nucleo familiare

Sul sito dall’Agenzia delle entrate è stata pubblicata una Nota che illustra le modalità per avere accesso al c..d. «Bonus per le famiglie a basso reddito», (definito dall’art. 1 del D.L. del 29 novembre 2008, n. 185) che consiste in un bonus straordinario (erogato una sola volta per l'anno 2009) il cui ammontare varia dai 200 ai 1000 euro in considerazione del reddito e dei componenti il nucleo familiare che ne fa richiesta.
Tale agevolazione da domandare tramite appositi modelli in calce riportati, anche con le istruzioni per la relativa compilazione, può essere richiesta dai cittadini residenti, lavoratori dipendenti e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che facciano parte di un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore ai 35 mila euro l'anno.
Il beneficio, secondo quanto chiarito dall’agenzia delle Entrate, viene concesso ad un solo componente e non costituisce reddito né ai fini fiscali, né ai fini previdenziali e assistenziali.

La autocertificazione
L’agenzia delle Entrate ha chiarito che tale agevolazione viene erogata dai sostituti d'imposta e dagli enti pensionistici previa apposita richiesta prodotta dai contribuenti interessati contenente un' autocertificazione.
Sarà bene utilizzare i modelli approvati con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 5 dicembre 2008 e disponibili sul sito internet dell'Agenzia.

La richiesta del «Bonus famiglia«
Il termine di presentazione della richiesta varia a seconda dell'anno d'imposta preso come riferimento per la sussistenza dei requisiti necessari per ottenere il bonus.
L’agenzia delle Entrate ha chiarito che se si prende come riferimento l'anno 2007, la domanda va presentata al sostituto d'imposta entro il 31 gennaio 2009 utilizzando l'apposito modello. Nei casi in cui il bonus non e' erogato dai sostituti d'imposta, la domanda potrà essere inviata, in via telematica, all'Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo 2009.
L’agenzia delle Entrate ha chiarito che se come riferimento si prende il corrente anno d'imposta la domanda va presentata al sostituto d'imposta entro il 31 marzo 2009. Nei casi in cui il bonus non viene erogato dai sostituti d'imposta, i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi potranno richiedere il bonus straordinario direttamente in sede di dichiarazione, mentre quelli esonerati dall'obbligo di presentazione della dichiarazione potranno richiedere il beneficio entro il 30 giugno 2009 utilizzando il «modello per la richiesta all'Agenzia».

La richiesta del «Bonus famiglia«
Il bonus, il cui ammontare può variare da 200 fino a 1.000 euro in considerazione sia del reddito sia dei componenti del nucleo familiare, può essere richiesto, secondo quanto illustrato nella citata Nota dalla Agenzia delle Entrate, dai cittadini residenti, lavoratori e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che facciano parte di una famiglia qualificata come a basso reddito.

Le scadenze per richiedere l’agevolazione
L’agenzia delle Entrate ha chiarito che le scadenze per richiedere l’agevolazione dipendono dall’anno d’imposta che viene preso come riferimento per la verifica dei requisiti previsti dalla norma per il riconoscimento del bonus.
A questo riguardo, due sono le alternative.
a) Gli aspiranti beneficiari che scelgono come anno di riferimento il 2007 devono presentare la richiesta al datore di lavoro o all'ente pensionistico entro il 31 gennaio 2009, utilizzando il modello predisposto per la richiesta del bonus al sostituto d’imposta e agli enti pensionistici, che erogheranno il beneficio nei successivi mesi, rispettivamente, di febbraio e marzo.
b) Nei casi in cui il beneficio non è erogato dai sostituti d’imposta, la domanda potrà essere invece inviata, in via telematica, all'Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo 2009, utilizzando il modello denominato «Modello per la richiesta all’Agenzia delle Entrate del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza».

Modello per la richiesta al sostituto d’imposta e agli enti pensionistici del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza

Istruzioni relative al Modello per la richiesta al sostituto d’imposta e agli enti pensionistici del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza