17 ottobre 2021
Aggiornato 17:00
Mercato immobiliare

«Prospettive di maggiore convenienza all'acquisto di residenze di buona qualità»

Il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici valuta l'attuale situazione del mercato immobiliare

«Nei prossimi mesi può diventare interessante acquistare casa per coloro che avessero necessità di farlo o disponessero di risparmi da investire.
Le tipologie più convenienti potrebbero dimostrarsi gli alloggi di taglio medio-grande, in zone semicentrali d'epoca e di qualità, situate nelle grandi città: dove comincia a riscontrarsi una discreta offerta sia in vendita, sia in locazione, suscettibile di trasformarsi,col tempo,nella prima.

La grande città,infatti,inizia a mostrare, in questo periodo di crisi economica, segnali di scarsa competitività sul piano dell'attrattività' e della funzionalità economica.

Il che si traduce in una sovrabbondante offerta di abitazioni per la middle-class: dirigenti, manager, professionisti, funzionari, operatori economici e finanziari, commercianti, italiani o stranieri.

Per la Città di Milano questo aspetto potrebbe venir controbilanciato dall'impulso che la città riceverà dal progetto Expo 2015 e dal suo indotto.

Fra i fattori economici ( in questo futuro di stagnazione caratterizzato da riduzione degli investimenti e da un basso livello dei consumi) che possono determinare la propensione alla vendita dell'immobile, premendo negativamente sull'interesse a mantenere l'investimento, possiamo annoverare le seguenti voci:

- Ici per le cosiddette seconde case;
- aumenti Tarsu;
- aumenti delle spese condominiali;
- aumenti del costo dei servizi vari;
- aumenti dei costi di manutenzione;
- costi delle certificazioni energetiche e degli oneri di adeguamento funzionale e di riqualificazione degli impianti e degli immobili ; -fiscalita' punitiva per l'investimento in locazione; -il regime fiscale discriminatorio e vessatorio nei confronti delle società di gestione immobiliare.

Voci a favore dell'acquisto:
- prezzi di acquisto in prospettiva di ridimensionamento;
- esenzione ICI per l'abitazione principale in proprietà;
- la prospettiva di una diminuzione del costo dei mutui per l'acquisto,sempreché'le banche non riducano il castelletto dei mutui immobiliari.»»