10 luglio 2020
Aggiornato 23:30
Collocata in un una nuova struttura di vetro e acciaio vi si accede da Piazza Cesare Battisti

A Rimini aperta in stazione la nuova biglietteria

L’intervento rientra nell’ambito dei lavori di riqualificazione della stazione, la cui conclusione è prevista entro la primavera del 2009

E’ entrata in funzione questa mattina la nuova biglietteria della stazione di Rimini.
L’apertura del nuovo servizio rientra nell’ambito dei lavori programmati da Centostazioni - società del Gruppo FS responsabile della riqualificazione, valorizzazione e gestione di 103 stazioni italiane - per il complessivo recupero e adeguamento del fabbricato viaggiatori.

Collocata in una sorta di «palazzo di vetro» dalla struttura in acciaio, realizzato ad hoc, la nuova biglietteria è dotata di 6 comodi sportelli, di cui uno dedicato al servizio informazioni, di un ufficio assistenza clienti e può contare su un atrio antistante di circa 200 metri quadrati complessivi. Nel corso del 2009 due nuove macchine self service per l’acquisto dei biglietti saranno collocate nell’atrio - in aggiunta a quelle già esistenti nel corridoio di collegamento con l’atrio storico – per incrementare il servizio di biglietteria nelle ore di punta. La nuova struttura è collegata al fabbricato storico attraverso una galleria commerciale.

Alla biglietteria si accede attualmente attraverso porte posizionate su Piazza Cesare Battisti, che immettono nella galleria commerciale. Questo ingresso sarà utilizzato fino al completamento dei lavori nell’ala sinistra del fabbricato e nell’atrio storico che diverrà poi l’accesso definitivo alla biglietteria.
L’intervento di riqualificazione della stazione riguarda in tutto oltre 5.200 mq di superficie e restituirà, entro la primavera 2009, alla città di Rimini una stazione più vicina alle esigenze dei circa 5 milioni di clienti che ogni anno la utilizzano.

Il progetto di riqualificazione, concepito di concerto con la Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici in una logica di rispetto dell’impianto originario dell’edificio che risale ai primi anni del ‘900, punta a recuperare e rendere nel contempo più funzionale il fabbricato stazione. Interventi di valorizzazione dei locali dal punto di vista architettonico ed estetico riguardano l’atrio, la creazione di gallerie di accesso ai binari dotate di servizi di qualità ed esercizi commerciali, gli esterni e i varchi, il tutto valorizzato da un nuovo impianto di illuminazione. A completare il quadro, interventi di manutenzione delle strutture e di progressivo abbattimento delle barriere architettoniche.